Caricando...
Vai indietro
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

Come prendersi cura della pelle in estate

Arriva l'estate, la stagione in cui dobbiamo essere più prudenti con la nostra pelle soffrendo di disidratazione a causa delle alte temperature. La pelle impedisce l'accesso al nostro corpo a sostanze nocive (microrganismi, radiazioni solari nocive), quindi è importante che le si restituisca idratazione per recuperare ció che perde durante questa funzione protettiva. Queste sono le chiavi per la nostra pelle soffre il meno possibile:

La pelle deve sempre essere detersa

La prima cosa da chiarire è che la pelle deve essere sempre pulita. Perché ció è così importante? La pelle è in costante contatto con le sostanze trasportate dall'aria, continuamente tocchiamo o sfioriamo con la nostra pelle oggetti che sporchi, e, anche se non si vede, la nostra lotta pelle contro tutto questo.

Per mantenerla pulita, si consiglia di utilizzare spesso saponi delicati e poco profumati.

Idratazione costante

Pulizia e idratazione vanno di pari passo, quando la pelle è esposta al sole e al calore perde molta umidità, che provoca disidratazione e puó causare irritazione. Idealmente per combattere ció dovremmo applicare una crema idratante corpo e una crema da notte rigenerante, perché quando dormiamo le cellule si rinnovano rapidamente e l'effetto di queste creme è piú marcato.

Bere, bere e ancora bere

L'idratazione dovrebbe essere sia esterna che interna: se si è stati esposti al sole per un lungo periodo di tempo, dobbiamo contrastare la disidratazone con tre o quattro litri d'acqua per recuperare i minerali persi. Una buona scelta sono succhi di frutta naturali.

Una protezione secondo ogni tipo di pelle

Ogni pelle reagisce in maniera diversa al sole. Alcune persone si bruciano facilmente, altre si abbronzano senza nemmeno accorgersene e altre passare ore e ore ottenendo solo un po 'di colore. Queste differenze sono causate dal fototipo. Che cosa è un fototipo? È la risposta di un soggetto all'azione della luce solare sulla sua pelle. I vari tipi di pelle sono divisi in sei gruppi che sono determinati dal tono della pelle, colore dei capelli, spresenza di lentiggini o meno, tendenza a bruciarsi facilmente e tempi per ottenere un po' di colore.

  • Fototipo I: pelle molto chiara, lattea o rossastra, si brucia sempre, non si abbronza mai, ha molte lentiggini. Fattore 50
  • Fototipo II: pelle chiara, si brucia sempre, a volte acquisisce una leggera abbronzatura, ha molte lentiggini. Fattore 50
  • Fototipo III: pelle da chiara a media, a volte si brucia, ma si abbronza sempre, ha alcune lentiggini. Fattore 30/50
  • Fototipo IV: pelle media olivastra, non si brucia mai, si abbronza sempre, senza lentiggini. Fattore 15/30
  • Fototipo V: pelle olivastra, non si brucia mai, si abbronza sempre, senza lentiggini. Fattore 15
  • Fototipo VI: pelle nera, non si brucia mai, non ha lentiggini. Fattore 15

Tuttavia, il fototipo non agisce come una barriera assoluta contro il sole, e per questo motivo non si consiglia di esporsi tra le 11 e le 16, poiché la quantità delle radiazione dannose emesse è particolarmente alta. Né é consigliabile coprirsi di crema quando si sta giá prendendo il sole e si é rossi come gamberi: dobbiamo applicare la crema fotoprotettiva almeno 30 minuti prima dell'esposizione, e farlo di nuovo dopo due ore. Ricordate, bisogna sempre mettersi la crema, anche nelle giornate nuvolose.


Seguire una buona alimentazione

Oltre ai liquidi, è importante moderare il consumo di carne e sostituirlo con frutta e verdura, che contengono molta acqua e che ci aiuteranno a recuperare idratazione. Gli alimenti più consigliati sono ricchi di vitamine antiossidanti A, C, ed E, che contrastano gli attacchi che riceviamo quando ci bagniamo sulla spiaggia o in una piscina con cloro. Esempi di alimenti ricchi di antiossidanti sono gli oli, noci, pesce, broccoli, spinaci, asparagi, pomodori e carote. Questa sarebbe una buona scusa per iniziare il proprio giardino di casa..

Dormire otto ore a notte

Il sonno è importante affinché le cellule si riparino, poiché sono le responsabili del buono stato di salute della nostra pelle. Come abbiamo appena detto, quando dormiamo le cellule vengono rigenerate in modo più rapido, cosí che più dormiamo meglio apparirá la nostra pelle il giorno seguente. Ma occhio, se avete intenzione di passare più tempo a dormire che a prendere il sole


Proteggi i tuoi piedi

I piedi  soffrono molto in estate perché hanno più ghiandole sudoripare di qualsiasi altra parte del corpo. Questo fa sì che sudino tanto, dando luogo a secchezza, vesciche o calli. Per evitare queste conseguenze sono raccomandati  antitraspiranti, creme idratanti specifiche per la notte, e utilizzare una pietra pomice due volte alla settimana per le aree piú secche.

Attenzione alla depilazione

Depilarsi è molto piú comune in estate: quando ci depiliamo con cera alcune pelli soffrono e si irritano (molti strappi, un cattivo strappo, cera troppo calda ...). Se sono seguiti tutti i punti precedenti e le strisce sono utilizzate correttamente (controllare i peli abbiano lunghezza inferiore a un centimetro, e utilizzare strisce in pezzi da 10 centimetri, non nella sua interezza), notiamo che la pelle reagirá meglio alla depilazione. Importante: evitare l'esposizione al sole fino a 24 ore dopo la ceretta.

Queste piccole attenzioni non ci ruberanno molto tempo al giorno e i risultati a breve e lungo termine, ne faranno valere la pena: l'estate é fatta per divertirsi. E se il nostro corpo sta bene, cosí sará anche per noi.

Altri articoli interessanti

I Principali Certificati Ecologici

martedì 16 agosto 2016

I Certificati Ecologici forniscono informazioni trasparenti sul processo di fabbricazione del prodotto e quindi garantiscono al consumatore che si tratta effettivamente di un cosmetico naturale ecologico. Esistono diverse organizzazioni di...

L'olio di cocco e i suoi benefici naturali

mercoledì 10 agosto 2016

L'olio di cocco è un olio vegetale contenente circa il 90% di acidi saturi estratti premendo la polpa del cocco. È comunemente usato in cosmetica e gastronomia, in quanto è riconosciuto per i molti benefici che apporta alla nostra salute e...

L'orto come terapia

lunedì 25 luglio 2016

Negli ultimi anni la proliferazione di piccoli orti biologici in edifici delle grandi città, obbedisce alla necessità di molti abitanti delle città di ritrovare il contatto con la natura e con i processi di base della produzione alimentare. Ma...

Scopri il nostro catalogo