Caricando...
Vai indietro
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

Guida all'allevamento delle Galline

Guida all'allevamento delle Galline

Se stai leggendo questa guida, probabilmente hai deciso di approfondire il mondo dell'allevamento delle galline da riproduzione, che, indirettamente e molto probabilmente migliorerà la tua vita.(Vedere articolo "Allevare una gallina" della nostra rivista).


Primo passo: Che gallina scegliere?


La prima cosa da considerare, più che la razza, dovrebbe essere lo stato di salute della gallina che si sta acquistando. Ci sono una serie di trucchi, che poi vi mostreremo per controllare lo stato generale di salute di una gallina o di pollo:

  • Fai attenzione che sia attiva. Una gallina ativa è segno di salubrità
  • Anche la postura è un indicatore di salute. Una postura decadente o storta sono sintomi di un cattivo stato di salute.
  • Gli occhi devono essere luminosi e colorati.
  • Non dovrebbe avere alcun muco nelle narici (le narici si trovano nella parte superiore del beco).
  • La cresta deve presentare un colore vivace. Ad esempio, una cresta viola potrebbe indicare problemi circolatori.
  • Il piumaggio è un altro buon indicatore di salute. A prima vista si può vedere se la gallina o il pollo presenta un piumaggio regolare o meno.


Una volta posta attenzione a questi fattori, si dovrebbe scegliere la razza. La scelta della razza infatti è secondaria, avendo ciascuna caratteristiche diverse in termini di deposizione delle uova (quantità e dimensione), carattere, aspetto ...  Normalmente si consiglia di scegliere una razza di nostro gusto, che attiri la nostra attenzione, e oviamente che soddisfa le nostre aspettative. 

In ogni caso, se si vuole consigli di base per la scelta di una gara per cominciare, vi consigliamo di leggere l'articolo Galline ... Da dove cominciare?, scritto nella nostra rivista.


Secondo passo: Dove tenere le galline?


Beh, la risposta è semplice: in un pollaio. Ma è opportuno discutere alcuni aspetti circa i pollai. In generale, tutti presentano alcune caratteristiche essenziali per soddisfare le necessità dei suoi abitanti, come:

  • Avere dimensioni adeguate per il numero di galline che si vogliono tenere.
  • Essere fatto di materiali impermeabili.
  • Avere una ventilazione adeguata.
  • Essere munito di una piccola porta.
  • Deve possedere nidi e posatoi.
  • Deve necessariamente avere un "parco", dal momento che le galline per deporre le uova, hanno bisogno di un minimo di 14 ore di luce al giorno.


Queste sono le condizioni generali che devono essere soddisfatte per avere un buon pollaio, ma approfondiamo il tema delle dimensioni e della ventilazione. Per quanto riguarda le dimensioni, è necessario pianificare e calcolare bene il numero di galline che vogliamo mantenere, perché lo spazio è un fattore fondamentale che, se manca, può causare grande stress per i nostri polli. In generale, avere più spazio è sempre meglio, perchè permetterà loro di muoversi a proprio agio e quindi esercitare i muscoli e migliorare la loro salute generale, che si traduce anche in una migliore qualità di uova deposte. Parlando di ventilazione, è necessario precisare che è determinante, perché un pollaio ben ventilato e che riceve buona luce sarà un ambiente sano e piacevole per le nostre galline. Ignorare questo fattore ci può costare caro, perchè un ambiente senza ventilazione può causare anche gravi  problemi respiratori alle galline.


Terzo passo: Cura e alimentazione.


Per quanto riguarda la cura quotidiana delle galline, si elencano per importanza i seguenti punti:

  • Al mattino dobbiamo lasciare uscire le nostre galline dal pollaio, per farle camminare e correre liberamente...però dobbiamo ricordarci di farle rientrare e metterle al sicuro da possibili predatori la sera. Questa attenzione è essenziale. Una gallina che si muove liberamente quando vuole, è una gallina che produce uova di buone qualitá.
  • Dobbiamo procurare "letti" adeguati per le nostre galline. Chiamiamo posatoio la base dove riposeranno le galine all'interno del pollaio. Questi posatoi possono essere fatti da diversi materiali, come legno truciolato, canapa o paglia tritata. Tra i materiali non raccomandai per i posatoi delle galline ricordiamo il fieno, che ha la caratteristica di ospitare spore fungine che possoo causare gravi problemi alle nostre galline.
  • Il pollaio deve essere dotato di uno spazio che consenta alle galline di fare il loro "bagno di polvere". Il bagno di polvere è un bisogno istintivo, e adattare una zona del pollaio con sabbia o ceneri per soddisfare questa esigenza porterà grandi benefici in termini di salute. Se le galline vengono fatte uscire dal pollaio saranno loro stesse a scegliere il luogo dove fare questo bagno di polvere.
  • Pulire il pollaio: Normalmente è sufficiente pulire il pollaio una volta alla settimana o ogni due settimane, cercando di farlo bene e raggiungendo ogni angolo, al fine di evitare la comparsa di parassiti come  acari o altri visitatori inaspettati. Il processo generale di pulizia in sé è semplice, e comprende solo due fasi: 1) Rimuovere i trucioli  (o il materiale scelto per fare i letti) vecchi del pollaio. 2) Sostituire il posatoio con nuovo materiale (trucioli, canapa ...), cercando di raggiungere un buon spessore, soprattutto nelle stagioni fredde.
  • Alimentazione: Questo è un punto importante su cui dobbiamo concentrare la nostra attenzione. Dal momento che la crescita delle galline avviene gradualmente, oggi è molto facile trovare cibo realizzato appositamente per la loro alimentazione. In particolare ci si riferisce ai cibi pre-miscelati, la cui commercializzazione è in crescita ogni giorno, e che hanno una composizione speciale per soddisfare le esigenze nutrizionali delle galline a seconda dell'età. È possibile integrare la dieta con altri alimenti freschi, come ad esempio semi (mais, grano ...), verdure fresche, riso, pasta ... ma fate sempre attenzione a non dare loro qualsiasi alimento che contiene sale o carne. Nell'alimentazione, così come in molti altri aspetti, le galline preferiscono lai routine, quindi è più facile alimentale due volte al giorno (sempre alla stessa ora) o lasciare una mangiatoia a tramoggia per lasciarle libere di alimentarsi durante il giorno.
  • Acqua: Come ogni essere vivente, costantemente hanno bisogno di acqua per vivere. Per questo, è meglio avere di abbeveratoi speciali. È preferibile posizionare questi abbeveratoi in una zona ombreggiata perché le galline preferiscono l'acqua fresca.


Quarto passo: le uova.

Una volta che le nostre galline hanno tutti i presupposti precedentemente enunciati, condurranno una vita sana e soddisfacente, e questo si noterà dalla qualità delle uova deposte. A circa 6 mesi di età, una gallina normale inizia a deporre le uova, che possono essere destinate al consumo domestico o all'incubazione per la nascita di pulcini. Questo dipende dal fatto che abbiamo o meno un gallo. Se si dispone di un gallo, questo feconderà le uova, rendendole fertili e per farle covare dalle galline. D'altra parte, se non si dispone di gallo, le galline deporranno uova (probabilmente di misura inferiore), ma non saranno fertili e saranno esclusivamente destinate al consumo domestico.


Quando si raccolgono le uova, si dovrebbero pulire a secco accuratamente, anche se è buona pratica mantenere i letti puliti (che i trucioli non siano vecchi), e non sembra necessario pulirle.

Nella raccolta, è necessario porre attenzione alla consistenza e alla durezza delle uova deposte. Se avete notato che le uova hanno un guscio morbido, questo è indcatore che le galline hanno bisogno di consumare più di calcio, momento in cui è necessario fornire loro integratori alimentari formulati appositamente per questi casi (il loro commercio è frequente).


Quelle presentate sono le linee guida di base per aiutarvi nel vostro cammino come allevatori di galline alle prime armi, ma tenere a mente che la guida migliore è la vostra esperienza sul campo. Non vi è nessun insegnante meglio di te stesso. In ogni caso, troverete una serie di articoli pubblicati sulla nostra rivista che permettono di approfondire qualsiasi  argomento trattato nella guida.


Domande frequenti sulle galline

È importante l'acqua per le galline?

L'acqua è l'alimento più importante per le galline. Bevono molta acqua, durante i periodi più caldi possono consumare fino a mezzo litro di acqua al giorno. La vasca dovrebbe essere pulita e avere una forma tale da evitare che le galline vi entrano per prevenire qualsiasi possibile l'infezione.

Come deve essere una mangiatoia?


Dovrebbe essere abbastanza grande affinchè tutte le galline possano mangiare e devono essere costruiti in maniera tale che gli alimenti di cui si alimentano le galline non vengano contaminati.

Qual è la quantità di mangime da somministrare?


L'ideale sarebbe lasciare le galline libere tutto il giorno, in modo tale che possano mangiare l'erba, vermi e piante, spargere cereali integrali nel pollaio per farli beccare e mettere la miscela di cereali nella mangiatoia in modo che possano mangiare in base alle loro esigenze.

Come dormono le galline?


Per il loro benessere si dovrebbero mettere "staffe"  a diversi livelli  del pollaio in modo che possano andare a dormire.

A che età le galline cominciano a depositare le uova?


Solitamente a circa 5 o 6 mesi di età, e rggiungono il loro ottimale rendimento di deposizione fino ai 2 anni, dopo i quali  la produzione comincia a diminuire gradualmente.

È necessario un gallo affinchè la gallina deponga le uova?


Non è necessario, l'unica differenza tra l'uovo deposto da una gallina che ha un gallo e una no, è che il primo è un uovo fertile e quindi potrebbe nascere un pulcino se incubato, mentre il secondo sarebbe un uovo infertile.

Le uova richiedono un trattamento speciale?

Sì, dopo aver raccolto le uova devono essere pulite con un panno umido, mai con acqua calda.

Come si dovrebbe conservare un uovo?


Per la nostra sicurezza alimentare e per una conservazione ottimale  dovrebbe essere tenuto ad una temperatura inferiore a 20 ° C.

 

Quanto tempo vive mediamente una gallina?


Dipende molto dalla cura che ricevono, ma può vivere fino a 15 anni.

Articoli nella nostra rivista per approfondire il tema dell'allevamento di galline

Galline..da dove iniziare?

Consigli per avviare l'allevamento di gallineSe state leggendo questo articolo significa che probabilmente state pensando ad un allevamento di galline. Hi scelto bene, le galline possono essere dei buoni animali domestici; si trovano a buon mercato,...

Più letti

Allevare una gallina

Avere  due polli nella nostra casa, costa pochissimo e possiamo rappresentare molti vantaggi, in quanto sono il complemento perfetto per il nostro giardino. Dispongas campo, un giardino, un terrazzo , si può godere dei benefici di questi...

Più letti

10 Cose che devi sapere per avere le galline

In altre occasioni abbiamo parlato di allevamento di galline, oggi riprendiamo il tema per svelarvi  i 10 segreti da sapere per avviarvi nel mondo delle galline, fornendo delle risposte alle domande principali che potremmo fare.1. E' molto...

Più letti

Scopri il nostro catalogo