Caricando...
Vai indietro
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

Guida alla irrigazione dell'Orto e del Giardino

Guida alla irrigazione dell'Orto e del Giardino

Alcuni penseranno che non sia necessario dedicare un' intera guida a qualcosa di così quotidiano come l'irrigazione, ma la verità è che si tratta di una tecnica difficile rispetto a ció che puó sembrare all'inizio.

Per introdurre l'argomento, parleremo di un fattore importante e oggetto di una serie di dubbi tra giardinieri alle prime armi e orticoltori: la quantità e la frequenza di irrigazione. Per questi due fattori non esiste una regola generale, ma dipendono da più variabili, come le specie che si coltiva, la stagione, il clima in cui ci troviamo o il tipo di terreno di cui si dispone. La cosa migliore è conoscere bene le caratteristiche delle piante che coltiviamo e fornire gli apporti e la frequenza di acqua di cui hanno bisogno, né più né meno.


In tal maniera, l'irrigazione é una tecnica estremamente legata alle proprietá insite delle verdure, dunque una buona conoscenza dele stesse ci risolverá il problema. Inoltre, dobbiamo considerare che é una tecnica in relazione con il ciclo idrologico, e che, in fin dei conti, non facciamo altro che emulare gli apporti idrici che si darebbero in forma naturale, per cui dovremo porre attenzione a ció che ci riserva la natura. In generale, qui vi sono alcuni punti da tenere in considerazione in un clima mediterraneo, ma avendo sempre presente che non si tratta di dati fissi:


Stagione dell'anno:

  • Primavera: 1 o 2 volte al giorno, a secondo della coltura, e generalmente di forma poco numerosa (per evitare una perdita di nutrienti). In questa stagione conviene irragare la sera, per evitare inutili perdite d'acqua  nelle ore di sole, e possibili scotatture delle foglie ( nel caso in cui si proceda all'irrigazione a spruzzo).
  • Estate: da 2 a 3 volte al giorno, abbondando la sera, per gli stessi motivi esposti sopra.
  • Autunno: irrigando una volta al giorno all'inizio bisogna continuare dunque come sempre, tenendo in considerazione le necessitá specifiche di ogni pianta. In questo caso sará di maggior beneficio una irrigazione all'alba, da evitare in questo modo le possibili gelate, che potrebbero rovinare le nostre colture.
  • Inverno: una volta al giorno, di poca quantitá, da realizzarsi preferibilmente all'alba, per evitare possibili gelate.

* A prescindere dalla stagione in cui ci troviamo, soprattutto durante l' autunno e l'inverno, la cosa migliore é di controllare le previsioni meteorologiche. Sarebbe insensato irrigare se lo fanno giá le nuvole.


Tipo di coltura.

Come abbiamo detto in precedenza, non vi é una regola generale per quanto riguarda la quantitá d'acqua da aggiungere al nostro orto, ma a seconda della fisionomia e morfologia delle verdure si possono fare alcune distinzioni:

  • Le verdure a foglia grande e quelle piú carnose, come il cavolfiore, la lettuga o la bietola, in generale necessitano un apporto di acqua regolare e abbondante, all'incirca di 2 litri d'acqua per pianta.
  • Le verdure dai frutti polposi, come i pomodori, le zucchine o le melanzane, richiederanno una irrigazione abbondate una volta formati i frutti, e dopo la raccolta. Durante la fioritura si dovrá limitare l'irrigazione, principalmente per quanto concerne la quantitá piuttosto che la frequenza.
  • Le verdure i cui frutti e foglie vengono raccolti in un periodo di tempo variabile prima di consumarli, come l'aglio, la cipolla o diverse piante medicinali, in generale richiederanno una irrigazione scarsa (mezzo litro per pianta basterá).
  • Per concludere, come regola non scritta, diremo che la maggior parte degli ortaggi, in circostanze climatiche normali, avranno bisogno di una irrigazione moderata di approssivativamente 1 litro d'acqua per pianta.


In vaso... Dal momento che le piante in vaso o in tavoli da coltura soffrono una maggior evaporazione, principalmente perché il riscaldamento del sole é maggiore, avranno bisogno di irrigazione piú frequenti che abbondanti. Per quanto riguarda l'annaffiatura in vaso, si dovrá lasciare seccare lo strato superiore del terriccio tra una irrigazione e l'altra.

Profonditá. L'irrigazione in relazione alla profonditá del substrato segue la seguente regola: meno profondo é il terreno ( o piú piccolo é il vaso o il tavolo da coltura), piú frequente é l'irrigazione.

Una volta consolidati questi punti iniziali, dobbiamo focalizzarci sul sistema di irrigazione che desideriamo istallare nel nostro orto o giardino. Esistono svariate tecniche di annaffiatura, dalle piú tradizionali come l'irrigazione per inondazione ai sistemi piú sofisticati e moderni come l'irrigazione a sgocciolatura. É comunque certo che non esiste un accordo sul quale sia il sistema migliore o peggiore. Ognuno puó argomentare le proprie preferenze, che rispecchiano le sue necessitá particolari, a riguardo, in seguito, descriveremo brevemente alcuni dei sistemi di irrigazione che possiamo utilizzare.


Sistemi di irrigazione


Se ció che abbiamo sono solo pochi ortaggi in un vaso o in un tavolo da coltura, la cosa migliore da fare é semplificare coprendo con un innaffiatoio le nostre verdure senza dover pensare a soluzioni piú complesse. Se, invece, disponiamo di buona porzione di terra nella quale abbiamo un vero orto, dovremo pensare ad altre alternative, commentate in seguito:

  • Irrigazione con manichetta: Tecnica frequente in orti di piccole dimensioni come orti urbani o scolastici. Ha il vantaggio di non richiedere alcuna istallazione, ma ci sono alcuni inconvenienti, come il fatto che ci obbligherá a dedicare del tempo a qualcosa che all'inizio non dobbiamo tralasciare. Inoltre, é abituale dimenticarci che abbiamo la manichetta aperta, in tal caso corriamo il rischio di inondare il nostro terreno e di sprecare acqua. Un altro inconveniente di questo metodo di irrigazione, e probabilmente quello di maggior importanza, é che normalmente non si irriga bene il terreno. Si riscontra che si inumidisce la parte superficiale del terreno, lasciando secca la parte piú profonda, dove si trovano le radici.
  • Irrigazione per inondazione: É una tecnica tradizionale che si impiega soprattutto quando abbiamo l'orto organizzato mediante solchi o terrazzamenti. La cosa certa é che bilancio idrico che offriremo alle nostre verdure con questa tecnica sará abbastanza povero e disequilibrato. Dal momento che consiste, come dice il nome, nell'inondare completamente questi solchi o terrazzi dove abbiamo distribuito le differenti colture, come offriremo una quantitá eccessiva di acqua alle nostre piante un giorno, un altro , al contrario, lo passeranno con l'arsura. Questo disequilibrio temporale nell'apporto di acqua non sará buono per la salute dell'orto , per di piú, con il tempo, provocherá la solidificazione del terreno, per il fatto che l'evaporazione sará ogni volta piú rapida,  e la nostra terra perderá potenziale e la capacitá di ospitare qualsiasi tipo di coltura.
  • Irrigazione per aspersione: Metodo di irrigazione abbastanza abbordabile in termini di semplicitá ed economicitá. Come indica il nome, si tratta di una aspersione di acqua, mediata da strutture da aspersione semplici da installare, che riproducono l'irrigazione uniforme della pioggia. Nonostante questi vantaggi, dobbiamo segnalare un inconveniente importante: trattandosi di un sistema che fa precipitare acqua direttamente, non solo inumidisce il terreno, ma anche le piante, le foglie e i gambi, aumentando le infenzioni da funghi e batteri o , come minimo, facendogli trovare un mezzo piú adatto per riprodursi.
  • Irrigazione per sgocciolamento: Il principale vantaggio di questo sistema é che la quantitá di acqua sará la minima,ma i  risultati soddisfacenti. Ció é possibile per la morfologia del sistema, composto da manichette con doccia che lasciano cadere minime quantitá di acqua in maniera costante. Inoltre, é un sistema che ti permetterá di programmare (mediante programmi di irrigazione, molto commercializzati al momento) e dosare la quantitá d'acqua che si vuole apportare alla coltivazione a seconda del periodo dell'anno o del ciclo vegetativo, mantenendo il livello di umiditá ottimale in ogni circostanza. Per approfondire questa tecnica di irrigazione, si legga l'articolo "¿Cómo monto un sistema de riego por goteo?", pubblicato nella nostra rivista.
  • Irrigazione per essudazione: É una tecnica che fornisce acqua alla nostra coltivazione in maniera continua attraverso un sistema di tubi porosi che sgocciolano acqua in altezza e larghezza per la totalitá della loro superficie. In tal maniera, l'acqua sgocciolata tramite questo sistema crea una rete di colonne di umiditá, di larghezza considerabile e molto uniforme, in larghezza per l'intera estensione su cui abbiamo disteso i tubi. Questo sistema avrebbe circa gli stessi vantaggi dell'irrigazione per sgocciolamento, ma con un'aggiunta, quella che l'irrigazione per essudazione funziona grazie al gradiente di umiditá, vale a dire che l'acqua che esce per essudazione dai pori, é esattamente quella di cui necessiterá la terra in un preciso momento, né piú né meno. Ció signifa che nel momento in cui il substrato si secca, il sistema rilascerá piú acqua; e quando la terra comincerá ad essere sufficientemente umida, l'acqua terminerá di uscire. É dunque evidente che questo sistema va di pari passo con il risparmio idrico, dal momento che annaffiamo quanto la terra richiede. Per saperne di piú su questo sistema, leggi "Riego por exudación: una solución alternativa.", pubblicato sulla rivista di Planeta Huerto.

Abbiamo dato una traccia riguardo gli aspetti piú importanti dell'irrigazione, un'azione che alle volte, erroneamente, eliminiamo o sottovalutiamo. Il fatto certo é che, come commentavamo all'inizio della guida, l'irrigazione é uno dei passagi piú importanti e fondamentali in qualsiasi orto o coltura, per ció dobbiamo impegnarci a selezionare il metodo piú conveniente in qualsiasi condizione. Salutiamo come sempre ricordando ai lettori che il miglior maestro é l'esperienza stessa, e la migliore tecnica di apprendimento, sbagliare e perfezione e di provare senza paura.


In seguito ti lasciamo tutti gli articoli pubblicati nella rivista di Planeta Huerto che riguardano l'irrigazione, nel caso si volessero approfondire alcuni paragrafi trattati nella guida.

Articoli nella nostra rivista per approfondire il tema dell'irrigazione

Imparare ad irrigare

Può sembrare stupido  spendere più di 5 parole a come trovare l'acqua, o come direbbe mia madre, per innaffiare le piante, ma l'irrigazione, soprattutto nel caso di giardinaggio in contenitori, è il compito più importante e che più...

Più letti

Scopri il nostro catalogo