Caricando...
Vai indietro
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

5 colture facili per realizzare un orto in casa

Non si nasce sapendo, ma l'abilità si acquisisce principalmente attraverso l'esperienza. Pertanto, si consiglia di iniziare con le colture facili, che non ci danno troppi problemi e ci incoraggiano a proseguire con l'orto in casa.

In generale, produrranno risultati migliori quelle colture...

  • coloro che non sono soggette a gravi malattie e parassiti dell'orto
  • che hanno un breve ciclo e possono essere coltivate durante quasi tutto l'anno, per beneficiare del raccolto durante l'anno.
  • che siano colture resistenti e facili da gestire.

Ci sono diverse specie che soddisfano questi requisiti e che sono ben adattati alla coltivazione in vasi. Di seguito troverete la lista delle 5 colture indispensabili per un orto senza complicazioni.

Bietola

È una coltura che non presenta problema legati a parassiti e malattie. L'unico requisito è che è necessario uno spazio sufficiente per le foglie e per sviluppare il suo grande apparato radicale, il che significa che è necessario lasciare una distanza sufficiente tra le piante e richiede un contenitore 25 l di capacità.


Può essere raccolto durante tutto l'anno, fermando la semina in inverno per evitare gelate. Inoltre, si possono ottenere  le foglie tagliandole quando ne abbiamo bisogno, quindi 1 o 2 piante in giardino ssaranno sufficienti per una famiglia.

Lattuga

È una coltura che cresce rapidamente,  a 5 settimane dal trapianto le piantine possono essere raccolte, non hanno quindi abbastanza tempo per essere aggredite da parassiti e malattie.

Come per la bietola, si possono raccogliere le foglie e si puó coltivare durante tutto l'anno, anche se bisogna prestare attenzione in estate in modo che non fioriscano prematuramente danneggiando la pianta.

Ravanello

Insieme alla lattuga, è il più facile da coltivare, crescendo rapipademtne  (raccolta alla 4 settimana). Tanto, che ogni due settimane è meglio seminare direttamente nel terreno in file, per avere un raccolto continuo durante tutto l'anno.

Aglio

L'Aglio oltre ad essere una cultura semplice è indispensabile in giardino, perché grazie all'associazione con altre colture, grazie alle loro proprietà insetticide, è un buono repellente per i parassiti.


È anche una cultura molto riconoscente. Da un lato, è poco esigente in termini di irrigazione e concimazione, e la sua semina è facile, basta mettere uno spicchio di aglio con la punta verso il basso che si trasformerà in diversi agli. D'altra parte, siamo in grado di ottenere due tipi di raccolta se piantiamo in autunno, uno a due mesi darà aglio tenero e gli atri a 4-5 mesi avere aglio secco.

Cipolla

Appartiene alla stessa famiglia dell'aglio, con cui condivide le proprietà repellenti per insetti, è un altro raccolto essenziale nel giardino, e offre la possibilità di ottenere cipolle tenere o secche.


Inoltre come l'aglio, è dotata di radici corte che ben si adattano alla coltivazione in vasi e contenitori, perché non hanno bisogno di un grande volume di terreno (3 L) e la distanza tra le piante è minima (15-20 cm). L'unica particolarità è che hanno bisogno di un minimo di ore di luce, quindi meglio metterle in un luogo esposto al sole.

Questi sono solo alcuni esempi di colture semplici, ma se si desidera aggiungere una maggiore varietà di specie al giardino, si possono prendere in considerazione anche: basilico, porro, barbabietole, rucola, piselli, valerianella o rapa.


Altri articoli interessanti

L'orto a febbraio

domenica 1 febbraio 2015

Poco a poco le giornate si allungano e i mandorli escono dal letargo. Però non dobbiamo fidarci, perché durante il mese di febbraio sono frequenti i temporali e i freddi improvvisi, per cui dobbiamo assicurarci che questo ultimo freddo non metta a...

I benefici degli insetti per l'orto

venerdì 15 luglio 2016

Quando abbiamo deciso di avere un giardino di casa, dobbiamo supporre che avremo dei "bug". Questi sono per lo più insetti (6 piedi) e in misura minore aracnidi (8 piedi). Se coltiviamo il nostro giardinoi avremo vermi e lumache...

Per non fare gli equilibristi, un orto biodiverso

mercoledì 6 luglio 2016

Più specie differenti si trovano nell’orto, cioè maggiore è la sua biodiversità, più questo sarà un sistema stabile e quindi soffrirà meno gli squilibri con l'ambiente circostante, che può provocare la comparsa di parassiti, ...

L'orto a novembre

lunedì 3 novembre 2014

Nel mese di novembre possiamo tirare un respiro. L'orto è in una sorta di letargo e i lavori da fare sono prevalentemente di manutenzione. Possiamo utilizzare questo mese per pianficare la rotazione per organizzare il lavoro, evitare i costi per il...

Scopri il nostro catalogo