Caricando...
Vai alla sezione

Coltivare con la Luna

La Luna e i suoi cambiamenti di forma e luogo sono di nostra conoscenza. Anche se non si è in grado di dimostrare scientificamente il suo effetto sulle colture, in passato giardinieri e orticoltori avevano osservato la loro influenza positiva o negativa sulle piante. Su questa base, hanno concepito un calendario lunare del settore agricolo che viene aggiornato ogni anno ed è ancora oggi utilizzato. Qui vi indicheremo le chiavi per una lettura semplice.

Due cicli lunari, descrivono le diverse fasi della luna (da luna nuova a piena e vice versa) e la sua rivoluzione completa attorno alla Terra (ascendente e discendente Luna) e guidano il lavoro di giardinaggio e orticoltura.

Luna crescente o calante

Il ciclo rappresentato dalle fasi lunari è la più visibile e il più familiare. Questi cambiamenti nella comparsa della luna nel cielo derivano dall'allineamento, che cambia ogni giorno, tra la Terra, la luna e il sole.

La luna crescente quando aumenta il suo spessore da una notte all'altra, dalla luna nuova (che non si vede) alla la luna piena (che è a tutto tondo). Questo è un buon momento per piantare, per il trattamento di piante malate o per applicare trattamenti preventivi. Questo periodo è anche utile per tutti le piante che producono fiori, frutti e semi.

La Luna è calante quando diminuisce il suo spessore da una notte all'altra. Allora è favorevole per il lavoro del suolo, per l'assimilazione di fertilizzanti e per le piante che non vogliono a fiorire (insalata, radicchio, carote, cavolo ...).

Luna discendente o ascendente

La luna gira attorno alla terra descrivendo un'ellisse incline al nostro orizzonte, con un punto alto e un punto basso. Quando la luna passa dal punto più basso al punto più alto, si dice che è crescente: è il momento ideale per la semina, l'innesto e la raccolta di tutte le parti aeree (foglie, frutta, fiori).

Al contrario, quando la luna calante, è il momento giusto per piantare, fare tagli, la potatura e la raccolta di ortaggi a radice (carote, ravanelli, rape ...) e per l'assimilazione dei fertilizzanti.

Foglie, fiori, frutti, radici giorno dopo giorno

Durante la sua rotazione intorno alla Terra, la Luna passa di fronte a tutte le costellazioni dello zodiaco. Ciascuna delle quali orienta a suo modo le fasi lunari.

Davanti ai segni d'aria (Acquario, Gemelli, Bilancia) la Luna è più favorevole per le piante che producono fiori, come il cavolfiore e i carciofi.

Davanti ai segni d'acqua (Pesci, Cancro, Scorpione), la Luna sarà favorevole per le piante che vengono coltivate per le loro foglie, come lattuga, spinaci e cavoli.

Davanti ai segni di fuoco (Sagittario, Ariete, Leone), la Luna avrà più influenza sulle piante coltivate per la produzione di frutti e semi, come pomodori, zucchine, fagioli e piselli.

Davanti a segni di terra (Capricorno, Toro, Vergine), la Luna tende  a favorire le verdure che vengono coltivate per le loro radici o bulbi carnose, come carote, ravanelli e rape sedano.

I giorni nefasti

La Luna non ha sempre un influsso positivo. Circa 4 giorni al mese, è meglio astenersi dal lavoro in giardino. Questi sono i giorni in cui la luna è più vicina (perigeo) o lontana (apice) dalla Terra, che non sono al centro del percorso ellittico. A questi 2 giorni, si aggiungono due giorni per ogni ogni rotazione in cui la traiettoria della luna taglia il nostro orizzonte (nodi lunari).

Come riconoscere le fasi lunari

Riconoscere facilmente il periodo in cui vi trovate, anche senza calendario. Immaginate una barra verticale per unire le estremità della Luna "mezzaluna". Se si legge un d, la luna è in diminuzione, se si legge  p, la luna è in aumento.

Per trovare la fase di un dato momento, osservare la posizione della luna rispetto ad un elemento fisso del paesaggio circostante in quel momento accuratamente. Il giorno successivo, 1 o 2 ore dopo, osservate la loro posizione rispetto all'elemento di riferimento che avevate scelto il giorno prima. Se la luna è alta, è in aumento; se è inferiore, è calante.

Altri articoli interessanti

La coltivazione del mais

martedì 5 aprile 2016

Il mais appartiene alla famiglia Poaceae. Questa pianta viene coltivata da più di 4000 anni, ed è parte della base dell'alimentazione del Sudamérica. Esistono numerose specie di mais, però, a meno che non abbiamo galline o un mulino per il...

Senza sole non abbiamo l'orto

venerdì 22 luglio 2016

Il requisito imprescindibile per poter tenere un orto in casa è quello di avere uno spazio con luce diretta sufficiente. Le piante come tutte verdure hanno bisogno di luce solare per la fotosintesi e ottenere l'energia di...

Come coltivare il Basilico

martedì 26 luglio 2016

Il basilico è famoso per essere usato per fare il pesto italiano, anche se è originario dell'India e della Persia. Questa pianta aromatica è facile da coltivare, veloce e ha bisogno di poche cure.I requisiti per coltivarloFertilizzante:È...

L'orto a ottobre

venerdì 2 ottobre 2015

Durante il mese di ottobre le temperature favorevoli ci consentono di godere del lavoro del nostro orto senza doversi nascondere dal sole. Ciò nonostante, l'inizio dell'autunno è segnato dai primi freddi e piogge copiose, e anche se quest'anno...

Scopri il nostro catalogo