Caricando...
Tornare
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

Come coltivare gli asparagi nel nostro orto

Oggi vi raccontiamo come coltivare gli asparagi, un vegetale che proviene dalla famiglia delle gigliacee. Quello che mangiamo si chiama turione ed é un tenero germoglio che cresce negli asparagi. I turioni possono essere verdi (con un sapore piú amargo) o bianchi ( sapore piú dolce) Tutto dipende dalla luce che li raggiunge: piú luce piú verdi.

Semina

E' un vegetale di stagione calda, per questo ha bisogno solo parziale o totale, comunque é capace di adattarsi a tutti i clima.

Questo coltivo si adatta a una grande varietá di suoli. Si raccomanda un terriccio sabbioso sulle radici in modo che le sue teste non siano danneggiate. Inoltre questa terra richiede fertilizzanti naturali, arando in profonditá, e un ph tra i 7 e 8.

Al momento della piantagione, si introducono i semi in fori di 10 cm di profonditá, e lascia approssimatamente  un metro e mezzo di spazione tra le due corone.

Irrigazione

La miglior maniera per  innaffiarli sono a goccia. Nella prima fase di crescita bisogna innaffiarli solo una volta a settimana, in modo da manterli umidi. Dopodiché si innaffieranno solo quando  é passato molto tempo senza piovere, approssimativamente una volta a settimana peró usando mena acqua rispetto alla prima fase.

Vendemmia

La pianta di asparagi si produce durante dieci anni, a seconda di come vengono trattati. Se si produce per semi, si potranno ottenere a partire dal terzo anno. Si possono raccogliere sia in primavera che in autunno.

Parassiti e malattie 

  • Scarafaggi dell'asparago: si trovano nelle piante salgono fino a raggiunge le foglie e le mangiano. Per combatterlo si raccomanda l'uso di aceto di Neem e sapone potastico.
  • Mosca dell'asparago e mosca dei semini: Penetrano per formare gallerie, finché la pianta si pieghi. Il trattamento con insetticita non é molto effecace perché le larve se nascondono all'interno della pianta, il miglior rimedio é la prevenzione ( fertilizzanti corretti, zanzariere, trappole). Se questi insetti arrivano fino al culturo si possono utilizzare i prodotti citatati sopra per gli scaragaggi dell'asparago.
  • Roya, rizoctonia e scabbia: Sono funghi. Il primo produce macchie rosse/arancio. Il secondo produce asparagi corti, duri e sottili. L'ultimo invece attacca ai rami e uccidi la pianta. Per un suo controllo si applicano gli stesse trattamenti che si usano con gli funghi (come il oidio). In questi tre casi si puó usare il trichoderma: un fungo antagonista in grado di affrontare e prevenire l' attacco di tali organismi. C'è anche una coda di cavallo, un buon alleato contro funghi.
  • Muffa grigia (botritis): Si produce con l'umiditá e cattiva ventilazione. Il sintomo che appare é un testa grigia che copre il turione. La prevenzione, ancora una volta, é la prevenzione molto efficace. Esiste un prodotto totalmente organico che é piú resistente alle piante contro questi funghi, il bacillus Velezensis. In ogni caso, se giá é apparso, é meglio sbarazzarsi delle parti interessate.



Usi degli asparagi

E' 90% di acqua, per questo si raccomanda per perdere peso, formato da alto contenuto di fibra e bassi carboidrati. E' duretico e aiuta al drenaggio del fegato, reni, polmoni, intestino e pelle.

Associazioni

Si vuole sfruttare gli effetti benefici della combinazione delle diverse colture vegetali? ti raccomandiamo che al momento della semina di asparagi si combinano con questi semi  :

Altre miscele da tenere in conto sono: pomodori, basilico, prezzemolo, coriandolo, calendula.

Importante: non associare gli asparagi con cipolla, aglio o patate.


Semina di asparagi in Planeta Huerto


Altri articoli interessanti

L'orto a settembre

martedì 1 settembre 2015

Settembre è tornare a scuola, ritornare al lavoro dopo le vacanze, la presentazione della nuova programmazione sulle reti televisive, in ultima analisi, è il mese di cambiamenti e sviluppi che determineranno la nostra routine fino alla prossima...

Come coltivare i fagioli extra precoci nel tuo giardino

mercoledì 27 luglio 2016

Se vogliamo i fagioli ,e li vogliamo presto, o quasi presto, una delle migliori opzioni é quella di coltivarli tra varietá Luna di agosto, i cui frutti, molto dolci e teneri, possono essere pronti per essere consumati a partire da 90 giorni dopo...

Compostaggio vs. Vermicompostile

mercoledì 21 settembre 2016

Il compostaggio è quell'operazione che consite nel trasformare i resti organici del giardino, l'orto o cucina in compost, materiale ricco di microrganismi e sostanze nutritive che fertilizza il terreno in cui si sviluppano le nostre piante.È...

La coltivazione del nasturzio

venerdì 1 luglio 2016

Oggi Planeta Huerto vi riporta come coltivare il nasturzio (Tropaeolum majus) . Il nasturzio è originario della zona delle Ande (in Sudamerica), ed è una pianta ornamentale,  erbacea annuale e perenne che appartiene alla famiglia delle...

Scopri il nostro catalogo