Caricando...
Tornare
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

Come coltivare il Basilico

Il basilico è famoso per essere usato per fare il pesto italiano, anche se è originario dell'India e della Persia. Questa pianta aromatica è facile da coltivare, veloce e ha bisogno di poche cure.

I requisiti per coltivarlo

Fertilizzante:

È necessario fertilizzare il terreno prima di piantare, senza abusarne per non compromettere il gusto delle foglie

Irrigazione:

Deve essere abbondante senza inondare la terra. É una pianta che si disidrata facilmente soprattutto nella stagione calda, per questo faremo frequenti irrigazioni in piccole quantità, perché se inondiamo il terreno, la pianta annegherá.

Suolo :

Preferisce umido, ricco e ben drenato.

Clima:

Caldo perché é sensibile alle gelate.

Come coltivarlo

La coltivazione del basilico è facile e poco problematica. Di solito viene fatta in vaso, dal momento che è il condimento perfetto per il cibo, per questo motivo la terra dovrebbe essere ricco di humus, ha bisogno di sole diretto e va protetta dal vento e dal freddo di giorno e di notte. La dimensione del vaso dovrebbe essere di almeno 10 cm di profonditá,  10 cm in lunghezza e 10 cm in altezza.

Semina:

É necessario realizzare un focolaio. Si seminano i semi a poca profonditá e si ricoprono con un sottile strato di suolo. È importante mantenere le piantine in ombra e con una umidità costante finché non arriva il momento di germinare (10-15 giorni). In seguito, irrigheremo normalmente e posizionaremo i i seme al sole.

Semineremo nel letto di semina da febbraio a marzo in zone calde e da aprile in temperato e freddo

Trapianto:

Il trapianto all'aperto di solito viene eseguito da 1,5 a 2 mesi dopo la semina, lasciando uno spazio tra 25 a 40 cm in tutte le direzioni tra le piante.

Raccolta:

Dai 40 giorni dal trapianto taglieremo le estremità dei loro gambi (10-20 cm di lunghezza) prima della fioritura e sempre sopra la gemma in modo che possa continuare a vegetare, ma non perdendo sapore le loro.

Se si vuole raccogliere per uso culinario, si dovrebbe mangiare fresco o cucinato di recente poiché perde il suo sapore in fretta. Analogamente per farlo seccare, si devono raccogliere le foglie tenere dopo la fioritura cosí che mantangano i loro oli aromatici.

Le associazioni piú favorevoli

Il suo aroma puó essere usato come repellente di diversi insetti comuni come afidi, mosche e zanzare, quindi è utile associarlo con aglio, melanzane, cetrioli, peperoni e pomodoro.

Parassiti e malattie frequenti

  • Trips. Rimedio: applicazione combinata di estratto di neem e sapone di potassio..
  • Mosca bianca. Rimedio: spruzzare inferiore delle foglie con sapone di potassio 1% con acqua piovana o distillata.
  • Posamine. Rimedio: Applicazione di estratto di neem per combattere gli adulti e le larve Bacillus thuringiensis contro la produzione di gallerie nelle foglie.
  • Funghi. (Pytiuhm, Phytoptora): Rimedio: Rimuovere le zone colpite, usate come la prevenzione decotto di equiseto.

Varietá di Basilico in Planeta Huerto

Tra i diversi tipi di basilico, quelle a  foglia grande sono più adatte per l'uso in cucina, mentre quelle a foglia piccola non possono mancare nell'orto come repellente naturale

Se sei curioso di coltivare il basilico, non perdere l'occasione di fare il tuo proprio pesto. Qui ti lasciamo la ricetta:

  • Trita 3 rametti di basilico, 4 spicchi di aglio e 7 noci
  • Lasciare a macerare 1 litro di olio di oliva per una settimana.

Altri articoli interessanti

L'orto a maggio

martedì 3 maggio 2016

Le temperature calde e gradevoli del mese di maggio, riempiono di attività l'orto, nel quale oltre la semina e il trapianto, non vanno dimenticati i lavori di mantenimento delle coltivazioni già presenti, così come l'attenzione verso possibili...

Come coltivare il Basilico

martedì 26 luglio 2016

Il basilico è famoso per essere usato per fare il pesto italiano, anche se è originario dell'India e della Persia. Questa pianta aromatica è facile da coltivare, veloce e ha bisogno di poche cure.I requisiti per coltivarloFertilizzante:È...

Come curare il tuo prato

mercoledì 27 luglio 2016

Per mantenere un prato verde e intenso é necessario qualcosa in piú che annaffiarlo e vederlo crescere, dobbiamo ricordare che é tanto importante la sua quanto la sua fertilizzazione o falciatura.  Qui a Planeta Huerto cercheremo di darvi...

L'orto a giugno

mercoledì 8 giugno 2016

L'estate è gia qui e con essa il nostro orto è pieno di attività, però si ha anche tanta umidità, alte temperature e scarse precitazioni, quindi dovremmo concentrarci sull'irrigazione la prevenzione di fronte a possibili comparse di parassiti...

Scopri il nostro catalogo