Caricando...
Tornare
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

Come coltivare la menta

La menta è una pianta che ha attirato l'attenzione dell'uomo per secoli: aromatica e medicinale, a livello scientifico, ma afrodisiaca e magica, a livello esoterico. Un buon compagno d'orto...che non dobbiamo perdere di vista!

La coltivazione della menta

Le specie più comuni per la coltivazione sono la menta piperita (Mentha piperita) e la menta -hierbabuena- (Mentha spicata). Queste sono le più facili da trovare e molto ben resistenti alle condizioni avverse, dunque la scelta migliore per coloro che coltivano per la prima volta. Inoltre, maggio e giugno sono due mesi buoni per piantare i semi, quindi approfittane!

Attenzioni basilari

È una pianta che dà più raccolti per anno, tra due e tre, quindi ha un grande rendimento per la scarsa attenzione che richiede.

Più che di cura, la menta richiede un certo controllo, dal momento che, nonostante le sue grandi virtù, è una specie invasiva che cresce in orizzontale e si moltiplica rapidamente. La soluzione è molto semplice: dedicare un ampio piatto (20-30 cm di diametro) solo per la menta, o piantarla sotto un albero per compensare la "concorrenza". Pertanto, a livello associativo, è meglio che cresca sola.

Tipo di terreno

Il paradiso per la menta è un terreno fertile, ricco di sostanze nutritive (humus) e umido. Un buon terreno e molto spazio faranno in modo che cresca ad un ritmo che vi sorprenderà. Una moderata esposizione ai raggi solari - per questo è bene piantarla vicino a un albero - e una buona irrigazione per mantenere l'umidità (sì, richiede anche un buon drenaggio) garantiscono la crescita.

In inverno, si dovrebbe tagliare la parte superficiale, e coprirla per proteggerla dal gelo. Una volta arrivata la primavera, germoglia di nuovo  come se non ci fosse un domani.

Anche se relativamente se ben siadatta alla maggior parte dei terreni, non supportano quelli che impediscono la crescita: terreni calcarei, sbilanciati in termini di nutrienti e, peggio molto asciutti e con molte pietre. Le radici non possono estendersi in un terreno che presenta queste caratteristiche.

Riproduzione della menta

Il vantaggio di coltivare i nostri semi è che siamo a conoscenza della qualità (non succede lo stesso se otteniamo la pianta attraverso un taglio). Quando avrà prodotto i semi, siamo in grado di continuare a moltiplicare la menta con tre metodi:

Semi, di nuovo

Il processo è più lento, pertanto si raccomanda solo per la prima piantagione.

Divisione del cespo

Nel mese di aprile e settembre-ottobre si  possono utilizzare rami tagliati in diversi pezzi, per essere ripiantati rapidamente di nuovo.

Talea

Si effettuano dei tagli agli steli sotterranei che la pianta utilizza per riprodursi. Aprile è un buon momento per rimuovere i vecchi rami tagliandoli in pezzi di 3-5 cm. I migliori sono, naturalmente, i più sviluppati (quelli con più radici). Una volta tagliato, mettiamo 4-5 tagli in fori di 5 cm di profondità, separati da loro da 30-40 cm, li copriamo e acqua!

Uso della menta

  • È un grande repellente per formiche e afidi, e ha un buon odore! Lo sapevate che i romani e i greci la usavano come deodorante per ambienti in matrimoni e feste di grandi dimensioni?
  • È possibile raccogliere a partire dai 3-5 mesi di coltivazione. Per fare questo, tagliamo i gambi più teneri nelle belle giornate, sempre al mattino, dopo che la rugiada è scomparsa (che è il momento in cui  le piante hanno il contenuto più essenziale nelle foglie).
  • Può essere utilizzato per alleggerire il mal di testa (anticamente si diceva che andava bene per il lavoro intellettuale) e, in particolare aiuta con i problemi di stomaco: facilita il processo digestivo ed è un buon trattamento per il vomito.
  • Le Foglie di menta (che sono quelle che contengono i principi attivi), masticate, uccidono i batteri che causano l'alito cattivo rinfrescandolo. Perché masticare una gomma quando possiamo prendere il prodotto originale?
  • Il mentolo che contiene aiuta il sistema respiratorio. Potete strofinarla sul petto, e le Congestioni sono finite!
  • È anche usata per fare il tè, mentuccia, per le loro proprietà vitaminiche, per lenire i dolori muscolari e massaggiare ... Nella medicina tradizionale è ampiamente utilizzata la menta. Conosci altri  usi? A parte i mojitos, naturalmente!

Se non avete mai usato la menta come  trattamento, è auspicabile (come  qualsiasi cosa non conosciamo, come  medicina) informarsi sulle possibili controindicazioni o usi impropri, soprattutto per i bambini, le donne in stato di gravidanza e anziani.


Altri articoli interessanti

La coltivazione delle fave

venerdì 15 aprile 2016

La fava apartiene alla famiglia dei legumi. Per quanto riguarda la coltivazione, ne esistono due tipi: le fave tenere di cespuglio basso, con steli eretti che non necessitano de tutorato; e quelle di cespuglio alto o enrame, che invece...

La coltivazione del mais

martedì 5 aprile 2016

Il mais appartiene alla famiglia Poaceae. Questa pianta viene coltivata da più di 4000 anni, ed è parte della base dell'alimentazione del Sudamérica. Esistono numerose specie di mais, però, a meno che non abbiamo galline o un mulino per il...

L'orto a dicembre

lunedì 1 dicembre 2014

Se durante l'anno non trovate il tempo per fare delle "riforme" e migliorare l'orto, questo è il momento, perchè soprattutto nelle zone interne, l'arrivo di dicembre rappresenta una pausa per le verdure. Revisione di attrezzi e...

Come coltivare le lenticchie nel nostro orto

martedì 26 luglio 2016

Le lenticchie o Lens culinaris, provengono dalla famiglia delle leguminose. Sono una fonte di ferro, proteine ​​e fibre, e per questo si sono adatte per combattere anemia o durante la gravidanza.Ci sono diverse varietà di lenticchie, ma la più...

Scopri il nostro catalogo