Caricando...
Vai indietro
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

Come combattere gli agenti parassitari?

Cos'è un agente parassitario

Gli agenti parassitari appartengono alla categoria dei Thysanopteros, sono insetti piccoli con una dimensione tra 1 e 6 mm. Se ne conoscono circa 5600 specie e molti dei quali sono agenti provenienti da specie vegetali coltivate.
La durata della loro vita in media 'e tra un mese ed un anno e attraversano diverse fasi di metamorfosi a seconda delle specie. Generalmente hanno un colore scuro, in genere nero o marrone per gli adulti e giallo per le larve.
Gli agenti parassitari, al pari della maggioranza degli insetti succhiatori, si situano nella parte inferiore della foglia perchè è la zona con la maggior peresenza di porosità( nella parte inferiore dove ci sono gli stomi e si realizza lo scambio di gas) e accessibilità per l'apparato boccale degli insetti. Il raggio invece è totalmente impermeabile e pertanto inaccessibile all'afide.

Thrips - תריפס

Per monitorare la presenza di agenti parassitari nel nostro orto dobbiamo vedere la parte inferiore della foglia se vogliamo prevenire e bloccare qualsiasi possibile infezione.

Come gli agenti parassitari colpiscono le nsotre piante?

L'agente  succhia e si nutre della linfa vitale delle piante rubandole acqua e nutrienti che  può raggiungere e indebolirle notevolmente, spesso si nutrono di fiori e germogli che sono particolarmente dannose in questo senso. Tuttavia questo non rappresenta il danno principale, in quanto il danno maggiore  è l' elevata capacità per il trasporto all'interno di una grande diversità di virus e malattie , così alcuni dei più pericolosi come Tomato Spotted Wilt Virus.

Perchè l'agente ha infettato il nostro orto?

Se l'infezione si sviluppa eccessivamente è il momento di prendere in considerazione che cosa stiamo facendo di sbagliato?. Ci sarà qualcosa probabilmente di sbagliato in una certa pratica, sia overwatering o deficit, fertilizzante liquido in eccesso (eccesso di azoto), inadeguata stagione, mancanza di sole o in eccesso, bassa biodiversità (monocolture, la panacea di debolezza) ...comunque  l'agente parassitario rileva un sintomo di debolezza dell'impianto causato da uno di tali motivi. Quindi il primo passo è quello di individuare sarà quindi correggere il malcostume.

Tanta prevenzione

La prevenzione contro un parassita si basa sul fare le cose per bene: un impianto di irrigazione e clima adatti, un solido fertilizzante organico a lento rilascio, attenersi ad orari raccomandati per la coltivazione e l'impianto , orientare correttamente il nostro giardino per le ore di sole necessarie  e, soprattutto, aumentare il più possibile la biodiversità piantando il maggior numero possibile di piante che siano compatibili tra di loro in modo da rafforzare notevolmente la  resistenza del nostro giardino per tutti i tipi di parassiti e malattie e,consentire la vita anche della piu più ampia varietà di benefici per gli insetti.

E 'anche importante la sorveglianza, quanto piú osserviamo  la salute dei nostri impianti, vediamo la parte  inferiore delle foglie e vigore; minore sará il rischio di parassiti e l'estrazione manuale sará più efficace.

Ricorda che l'obiettivo non è "eliminare" l'agente parassitario, ma evitare che il nostro giardino soffra evitando di utilizzare insetticidi o agenti chimici aggressivi. Un poco di agenti parassitari non creano danno e garantiscono la sopravvvenza di coccinelle che regolano la popolaione degli agenti parassitari stessi.

Come trattare un agente animale parassitario


Se i metodi di prevenzione falliscono e gli  agenti parasittari si sviiluppano senza controllo probabilmente è necessario ricorrere ad alcuni prodotti  ecologici che aiutano la pianta ad  arrestare ed eliminare il parassita.

La cosa ideale sarebbe rimuovere il virus manualmente con la  tecnica più innocua e, lo  possiamo fare se il grado di infezione non è elevato  e abbiamo pazienza, ma può risultare complicato perché è un piccolo insetto e il ritiro completo sembra praticamente impossibile più piccola e' la scala del nostro giardino a meno che la nostra vigilanza sia quotidianamente molto accurata.

Uno dei prodotti più efficaci nella lotta contro l'agente parassitario è il sapone di potassio, che ha la proprietà di ammorbidire l' esoscheletro degli insetti, indebolendoli fino a causarne la morte, ma è anche un elemento  naturale e innocuo per la salute del prodotto.

[03629-03582-03585>

Dopo aver usato il sapone di potassio, circa un'ora dopo, è molto utile applicare l'olio di neem, un insetticida naturale estratto dal frutto di questo albero, che agisce contro una vasta gamma di parassiti come mosche bianche , minatrice, acari, tripidi, afide, pidocchio, Colorado beetle, bug ... l'azione congiunta di sapone di potassio e olio  neem lo rende un trattamento ancora più efficace.

CO

Poi si dovrebbe applicare anche un prodotto di pulizia per rimuovere la melassa, straordinariamente  attrattiva  di  funghi  e batteri nocivi per la  pianta, questi prodotti disinfettano e proteggono la pianta  eliminando funghi e batteri.

Un' opzione altresì  valida è l'uso di prodotti già pronti che sono rispettosi dell'ambiente  che prevengono  e combattono la maggior parte dei parassiti che possono attaccare, come ad esempio quelli che utilizzano la tecnica di omeostasi, che diluisce un insetticida fino all'infinito lasciando solo una traccia innocua dell' agente parassitario rappresentando un ottimo contrasto contro gli insetti. Ci si basa anche esclusivamente su prodotti vegetali altamente protettivi.

Come soluzione fatta in casa funziona bene aglio, schiacciandolo e diluendolo in acqua e si applica a  tutta la pianta, essendo una buona difesa contro tutti i tipi di insetti e funghi.

Possiamo inseirire la soluzione in uno spray per una comoda applicazione.


...Non male la sua intenzione

L'agente parassitario non è "cattivo",  esiste in natura ed è consonanza ed in armonia fin quando l'uomo non ne altera gli equilibri. Abbiamo sempre cose da imparare dalla natura e mantenere l'equilibrio ecologico del nostro giardino può essere un risultato più che meritevole.

Altri articoli interessanti

Come annaffiare adeguatamente le vostre coltivazioni

giovedì 2 giugno 2016

Nell' ultimo articolo riguardo i fertilizzanti già vi ho accennato che ci sono alcuni temi in cui costa un po' coglierne le tecniche, e l'irrigazione non si ferma indietro. Sarebbe ideale poter consigliare una dose miracolosa, come quando il ...

L'orto a giugno

mercoledì 8 giugno 2016

L'estate è gia qui e con essa il nostro orto è pieno di attività, però si ha anche tanta umidità, alte temperature e scarse precitazioni, quindi dovremmo concentrarci sull'irrigazione la prevenzione di fronte a possibili comparse di parassiti...

La coltivazione del cavolfiore

lunedì 4 aprile 2016

Il cavolfiore è una pianta della famiglia delle crucifere (o brassiche ), come il cavolo e i broccoli. Rintra nel gruppo delle plante che coltiviamo per il suo fiore, e anche se ci sembra strano, nel tempo si sono andate...

Come coltivare le pastinache nel nostro orto

lunedì 25 luglio 2016

La pastinaca o la Pastinaca sativa, è un ortaggio della stessa famiglia della carota, ma color crema, di forma allungata e leggermente irregolare. Coltivata fin dai tempi degli antichi in Europa e in Asia, sta diventando di moda...

Scopri il nostro catalogo