Caricando...
Vai indietro
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

Come combattere i parassiti della mela

La mela può essere vittima di numerosi parassiti. E’ molto importante identificare di che parassiti si trattino ed eseguire i controlli necessari preventivi. In questo caso, afide, scabbia e vari tipi di bruchi sono più dannosi per questo albero. A Planeta Huerto vi raccontiamo come far fronte a tali parassiti:

Cosa sono e come combattere le afidi?

Le afidi

I meli vengono colpiti principalmente da quattro tipi di afidi: della lana, marroni, verdi e cenere. Il trattamento che deve essere eseguito è il sapone di potassio e l’ olio di neem, o un anti-insetticida. In questo articolo potrai conoscere in dettaglio i passi per combattere le afidi.


La Carpocapsa

Si tratta di una farfalla che di solito appare nel mese di giugno, il suo bruco è rosa e si nutre di ciò che trova dentro i frutti, causando una caduta prematura o direttamente una loro putrefazione. La carpocapsa può anche infettare il pero e il cotogno. I prodotti che si applicano per combatterla sono: il Bacillus, l’olio di neem, o un concentrato antiparassitario.

I rodilegno

Il Rodilegno giallo (o falena leopardo) e il Cossus (rodilegno rosso) loggiati tra i rami degli alberi. Il trattamento è simile a quello che faremo con la carpocapsa.

 

La scabbia del melo


Appare sotto forma di macchie scure o di gradazioni squamose. Paralizza la crescita dei rami o della frutta, e fa cadere i fiori. Questo fungo viene conservato nelle foglie cadute dagli alberi. Tra i rimedi trovati contro la scabbia troviamo l’ ossicloruro di rame e l’ortica liquame.


Consigli per evitare la comparsa di parassiti

  • Fai la potatura quando ti rendi conto che c'è un ramo interessato: in tal modo previeni che l'attacco colpisca tutto l'albero.
  • Galline ed anatre si nutrono di questi insetti.
  • Quando il frutto assume la dimensione di una noce puoi utilizzare un sacchetto speciale per proteggerlo.
  • Coltiva i meli in zone temperate o fredde: non tollerano molto calore.
  • Assicurati che il terreno sia ben drenato, le radici dei meli siano molto profonde.
  • Incenerisci le foglie morte in autunno, e diffondi la cenere(molto ricca di potassio) sui piedi degli alberi.
  • In inverno, spruzza l’olio di paraffina sul tronco e sui rami.
  • Quando si taglia un ramo spalma sulla fessura un mestice cicatrizzante , in modo da prevenire iche parassiti vi entrino.


Altri articoli interessanti

L'orto ad agosto

sabato 1 agosto 2015

Durante il mese di agosto avremo abbastanza lavoro nel nostro orto, visto che è il momento di raccogliere tutti i frutti del lavoro realizzato precedentemente.L'inizio del mese è solito essere abbastanza soffocante, mentre già  a partire...

La coltivazione e cura dell'agerato azzurro

mercoledì 6 luglio 2016

L'agerato azzurro è una pianta di stagione che produce ,dall'inizio della primavera fino alla fine dell'estate, fiori azzurri molto vistosi in giardino. É una pianta di stagione, cosicché passata questa stagione  si deve eliminare.É una...

L'orto a gennaio

domenica 4 gennaio 2015

Gennaio è probabilmente il mese più importante per l'orto, non per la sua frenetica attività, ma perché è il punto di partenza che determinerà il futuro raccolto in primavera e in estate, essendo la preparazione dei semenzai la chiave per...

Come coltivare i cardi nel nostro orto

mercoledì 27 luglio 2016

Il cardo è una pianta perenne, appartenente alla famiglia delle Compositae e parente dei carciofi. Ha spine gialle sulle foglie e può raggiungere il metro e mezzo di altezza. Ció che potremo consumare di questa pianta sono le foglie dei...

Scopri il nostro catalogo