Caricando...

Natale 2017

Tornare
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

Come combatto il ragno rosso?

La araña roja: la plaga y su tratamiento

Il ragnetto rosso è un piccolo acaro di 0,5 millimetri nella loro fase adulta. Di solito  si alimentano con  piante in  ambienti asciutti. Essi sono chiamati acari a causa della loro capacità di tessere  ragnatele, ma non è un aracnide, ma un acaro.

Tetranychus urticae females with egg

La loro varietà di  cibo è molto elevata  potendosi alimentare da centinaia di piante diverse, comprese quasi tutte le verdure e piante ornamentali più comuni.

Sono molto difficili da vedere ad occhio nudo, data  la ridotta capacitá dei nostri occhi nel poter osservare piccoli punti di colore rosso, a meno che non sono in un numero molto grande, perché è allora che possiamo vedere questi insetti e le notevoli formazioni di ragnatele. Essi sono molto pericolosi per la pianta perché si nutrono del contenuto della cella, divorandole una ad una debole e pallido lasciando una macchia che contrasta con il verde intorno. Anche se queste macchie non sono grandi una singola pianta può essere attaccata da migliaia di questi acari riducendo notevolmente la capacità di fotosintesi nonchè causar la morte della pianta stessa.

I Ragni rossi, come la maggior parte degli insetti succhiatori, si trovano sul lato inferiore delle foglie, la zona con la più alta porosità (è sul lato inferiore dove si trovano glil stomi e avviene lo scambio di gas) e l'accessibilità per succhiare apparato boccale. Il raggio invece è completamente impermeabile e quindi inaccessibile al ragno rosso.

Pertanto, per monitorare l'eventuale presenza di ragni rossinel nostro giardino, dobbiamo guardare nella parte inferiore delle foglie, se vogliamo prevenire una possibile invasione.

Come il ragno rosso colpisce le mie piante?

Ragno rosso succhia esi alimenta voracemente delle cellule vegetali indebolendo la pianta molto rapidamente e osservato come ingiallimento progredisce rapidamente vulnerabilizando la pianta contro l'attacco di agenti patogeni come funghi o batteri e possono eventualmente anche portare alla la morte.

Perché il ragno rosso ha colpito il mio orto?

Se ragno rosso appare in eccesso è il momento di prendere in considerazione che cosa stiamo facendo di sbagliato. Ci sarà probabilmente una pratica errata, sia overwatering o deficit, fertilizzante liquido in eccesso (eccesso di azoto), inadeguata stagione, mancanza di sole o in eccesso, bassa biodiversità (monocolture, la panacea di debolezza) ... Comunque, il ragno rosso è un biomarker e un sintomo di debolezza dell'impianto causato da uno di tali motivi. Quindi il primo passo è quello di individuare e quindi correggere le pratiche sbagliate.  

Trattamenti contro il ragno rosso

La prevenzione contro un parassita si basa sul fare le cose per bene: un impianto di irrigazione adatto al clima, un solido uso di fertilizzanti organici a lento rilascio, attenersi ad orari raccomandati per la pianta, orientare correttamente il nostro orto per le ore di sole necessarie e soprattutto, aumentare il più possibile la biodiversità piantando il maggior numero possibile di piante con alta compatibilità tra di loro, rafforza notevolmente la resistenza  del nostro orto contro tutti i tipi di parassiti e malattie, consentendo la sopravivenza di una più ampia varietà di insetti benefici.

E 'anche importante la sorveglianza, quanto più  osserviamo assiduamente la salute delle nostre piante,sopratuttto  il lato inferiore delle foglie, minore è il rischio di parassiti e render l'estrazione manuale più efficace.

Ricorda che l'obiettivo non è "eliminare" ragno rosso, ma evitare che il nostro giardino subisca dannii dall'uso di pesticidi o di prodotti chimici aggressivi. Un ragno rosso non fa male e mantenirnr l'equlibrio tra coccinelle e lacewings che regolano la sua popolazione.


I prodotti per il trattamento di ragno rosso

Se i metodi di prevenzione falliscono e popolazioni ragno rosso crescono a dismusura è necessario ricorrere ad protezione contro i parassiti con prodotti ecologici che aiutano la pianta per combattere , arrestare ed eliminare il parassita.

Idealmente rimuovere il ragno rosso manualmente la tecnica più innocuo, possiamo fare se abbiamo un sacco di pazienza ma è difficile perché è un piccolo insetto e il ritiro completo sembra impossibile per quanto piccola sia la scala del nostro giardino a meno che la nostra vigilanza non sia ogni giorno molto accurata.

Uno dei prodotti più efficaci nella lotta contro il ragno rosso è il sapone di potassio, che ha la proprietà di ammorbidire la esoscheletro degli insetti ucidendoli ed, è anche un naturale e innocuo per la salute del prodotto.

Dopo aver usato il sapone di potassio, circa un'ora dopo, viene molto bene applicare l'olio di neem, è un insetticida naturale estratto dal frutto di questo albero, che agisce contro una vasta gamma di parassiti come mosche bianche , minatrice, acari, tripidi, afide, pidocchio, Colorado beetle, bug ... l'azione congiunta di sapone di potassio e neem lo rende un trattamento ancora più efficace.

Un'altra altrettanto valida opzione è quella di utilizzare prodotti già preparati che sono completamente ecologici che prevengono e combattono la maggior parte dei parassiti, come quelli che usano la tecnica omeostasi, che diluisce un insetticida all'infinito lasciando solo una traccia di questo totalmente innocuo ma efficace nella lotta contro gli insetti. Ci si basa anche esclusivamente su prodotti vegetali con essenze protettive.

Come soluzione fatta in casa funziona bene aglio, schiacciandolo e diluendolo in acqua si può applicare a tutta la pianta, essendo una buona difesa contro tutti i tipi di insetti e funghi. Siamo in grado di preparare una soluzione spray per un'applicazione corretta.  

... Non male la sua intenzione

Il ragno rosso non è "cattivo", esiste in natura in linea e sempre quando l'armonia e l'equilibrio con uomo non si altera. Possiamo rallegrarci, abbiamo sempre cose da imparare dalla natura e mantenere l'equilibrio ecologico del nostro giardino può essere un risultato vale più di sorrisi meritevoli.


Altri articoli interessanti

Rimedi contro la muffa

mercoledì 6 luglio 2016

Muffa è una malattia causata da alcuni funghi appartenenti al gruppo di oomiceti che parassittano in  molte verdure differenti attraverso l'acqua  piovana o di irrigazione.Sintomi ed identificazione Può causare vari sintomi, di...

Spinaci: una coltura nutritiva

martedì 30 agosto 2011

È interessante coltivare in casa questo ortaggio, appartenente alla famiglia delle Chenopodiaceae (spinaci, barbabietole), perché al di là del falso mito della loro ricchezza di ferro, si tratta di uno degli ortaggi con il più alto contenuto di...

La coltivazione in serra

giovedì 7 luglio 2016

La coltivazione in  serra ci dà la possibilità di lavorare in inverno ad una temperatura di almeno 5 ° superiore a quella esterna. Questo ci permetterà di preparare semenzai con 3 o 4 settimane in anticipo prima di di piantarle....

Il pomodoro: una coltura complessa

lunedì 1 agosto 2016

La coltura di pomodori, appartenente alla famiglia delle Solanacee (peperoni, melanzane, patate) è forse la più popolare nel giardino urbano per il suo ampio consumo (20 kg per persona all'anno). Tuttavia per la sua difficoltà,...

Scopri il nostro catalogo