Caricando...
Vedi tutti i prodotti

Giornata mondiale dell'ambiente. Fino al 30% di riduzione su una gamma scelta di prodotti

Vai indietro
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

Il Barbecue sempre come nuovo

Un Barbecue, ubicato all'esterno, è soggetto ad usura non dovuto solo al suo utilizzo, ma anche alle variazioni di temperatura, alla pioggia, al freddo e alla luce del sole. Considerando che vogliamo che duri tutta la vita, dobbiamo mantenerlo al massimo. Approfitta di questi accorgimenti che ti diamo, così a seconda del tipo di griglia che hai, sarà sempre come nuovo.

Consigli generali

Si consiglia di indossare sempre i guanti e prodotti di qualità per la piluzia, dal momento che da questo dipenderà la qualità della cucina del vostro barbecue. Esistono due accessori che è necessario includere nel vostro primo ordine: una copertura protettiva per conservare il barbecue  all'estrerno, e una spazzola di pulizia, che è possibile trovare a manico lungo o corto, e di materiali vari.

Un'altra idea semplice ed efficace è quello di ingrassare la griglia con carta impregnata di olio (meglio di olio vegetale). Questo è meglio farlo quando la temperatura comincia a salire, e deve quindi fatto con una pinza. Non pensate di farlo con un pennello, che si può fondere o bruciare, o con le mani. Come sempre, abbiate buon senso e cautela.

Pulizia del Barbecue

Barbecue a carbone

Strumenti: pennello con setole metalliche (di rame o di ottone), guanti, sapone, sgrassanti , e una spugna o un panno.

Quando la griglia è calda, raschiare con una spazzola per eliminare eventuali residui restanti. Una volta che le ceneri si sono raffreddate, possiamo bagnarle (per essere raggruppate e non fatte volare) e si può rimuovere in forma liquida, che è più facile, veloce e pulito. Per pulire l'esterno, si può fare con un panno o una spugna con acqua calda. Ricordarsi di chiudere le aperture di ventilazione quando non è in uso!

Barbecue a gas

Strumenti: pennello con setole metalliche (di rame o di ottone), guanti, sapone, sgrassanti, spugna o asciugamani di stoffa e di carta assorbente.

La griglia viene pulita appena prima o subito dopo averla usata per la cottura: a caldo (prima della cottura, quando il fumo esce del bruciatore, e dopo la cottura, proprio alla fine) è il momento migliore per raschiarla con il pennello. Per pulire la parte esterna del coperchio, si può utilizzare acqua o sgrassatore; la parte interna invece è più complicata: bisogna approfittarne quando è leggermente calda per spazzolare e rimuovere i residui con carta assorbente. Infine, per pulire il cassetto del  recupero del grasso, dobbiamo aspettare fino a quando non sarà freddo per  di svuotarlo con carta assorbente.

Un'altra opzione più veloce è quella di utilizzare i vassoi di alluminio per uso singolo per accumulare il grasso risparmiando di pulire una parte del nostro barbecue. Nel caso del barbecue del carbone e del gas, la pulizia a caldo è la differenza tra la pulizia in un minuto o quindici minuti ... tenetelo a mente!

Barbecue elettrico

Strumenti: pennello con setole metalliche (acciaio inox), guanti, sapone, carta assorbente, sgrassante o detersivo e una spugna o un panno.

Dobbiamo aspettare che  il barbecue sia completamente freddo prima della pulizia. Per pulire l'interno bisogna scollegare il barbecue e poi rimuovere il regolatore di temperatura. Passiamo la carta assorbente, e poi raschiamo con il pennello per rimuovere i residui aderenti alle pareti; se non scompaiono, possiamo usare un po' di sapone con spugna o un panno, strofinando e asciugando. Quindi lo rimontiamo assicurandoci di farlo bene, e posizionando prima il regolatore e dopo il relativo cavo. La parte esterna si puó pulire con detergenti per stoviglie o con detergenti speciali. Per quanto riguarda il cassetto raccogli grasso, una volta che è freddo, svuotarlo con carta assorbente.

Altri articoli interessanti

Girasoli nel giardino di casa

mercoledì 7 settembre 2011

Il girasole è una pianta maestosa dalla quale non solo si produce olio di semi di girasole, ma è anche decorativa in un giardino, e molto adatta ad un giardino urbano, considerando che da molto colore, attira gli insetti impollinatori delle...

Come coltivare la patata.. la base della nostra alimentazione

giovedì 28 luglio 2016

La patata è un tubero di famiglia delle Solanaceae. É originaria del Sud America, ma attualmente é una delle verdure più consumate nel mondo, essendo l'alimento base in molti paesi.Si adatta a quasi tutti i climi, nonostante si sviluppi meglio...

5 Piante medicinali per il tuo giardino

lunedì 14 ottobre 2013

Le medicine naturali non hanno lo stesso effetto immediato di quelle convenzionali, ma a lungo termine aiutano a prevenire e curare malattie senza effetti collaterali per  i nostri organi. Pertanto daremo dei consigli su cosa piantare in vasi o...

Rimedi contro la muffa

mercoledì 6 luglio 2016

Muffa è una malattia causata da alcuni funghi appartenenti al gruppo di oomiceti che parassittano in  molte verdure differenti attraverso l'acqua  piovana o di irrigazione.Sintomi ed identificazione Può causare vari sintomi, di...

Scopri il nostro catalogo