Caricando...
Tornare
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

La cipolla: una coltura miracolosa

La Cipolla, come l'aglio, appartiene alla famiglia delle Liliaceae, e ricorda il miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci, poiché ci offre diverse opportunità di raccolto:

  • Si possono raccogliere cipolle tenere se si raccolgono in anticipo.
  • Se lasciate per più tempo si possono raccogliere cipolle più secche che si conservano più`a lungo.
  • Le Cipolle che sono ricresciute a casa, possono essere trapiantate dando vita ad altre 6 nuove cipolle da ogni bulbo.

Requisiti:

  • Irrigazione: abbondante irrigazione con regolarità, soprattutto durante la formazione del bulbo, distanziandolo per ottenere una migliore essiccazione della cipolla.
  • Nutrizione: è rustica, quindi non è esigente e non richiede molta cura.
  • Terreno: hanno bisogno di solo 3L di volume, poiché le loro radici sono corte  e sono particolarmente adatte alla coltivazione in vasi.

Come coltivalre:


G
F
M
A
Mg
G
L
Ag
S
O
N
D
Semina







.....
.....
.....


Trapianto

.....
.....
.....




.....
.....


Raccolta
 rn
.....


Ses
.....
.....



Tie.....

La coltivazione é in semenzaio, anche se essendo una coltura di semi biennale e se si desidera raccogliere i propri semi, è necessario aspettare 2 anni che la pianta faccia i fiori. I tempi di coltivazione della tabella corrispondono alla raccolta in primavera (per le cipolle secche) anche se si puó ottenere la raccolta a fine estate-autunno, rispettando gli stessi tempi tra trapianto e raccolta cominciando la semina in febbraio-maggio.

Possiamo guadagnare tempo acquistando direttamente la pianta, piantandola ogni 15-20 cm, il tempo di raccolta inizierá quando 2/3 delle foglie saranno secche per ottenere cipolle secche o conformi alle nostre esigenze per quelle tenere.

Durante il trapianto alcune pratiche possono favorire la coltivazione come tagliare delle radici a 1-2 cm dalla base, per farle crescere piú resistenti, e tagliare le foglie durante la stagione calda, per ridurre la traspirazione, anche se non è necessario se non ci sono problemi di irrigazione.

Nel caso di cipolle secche, si consiglia dopo la raccolta di lasciarle alcuni giorni al sole per farle seccare ulteriormente.

Le associazioni più favorevoli

Lattuga, cetrioli, pomodoro e carote.

Sono inoltre compatibili: melanzane, cavoli, meloni, porri, ravanello e anguria. Sono generalmente compatibili con la maggior parte delle verdure, perché arricchiscono il terreno con micorrize presenti nelle loro radici, oltre a proteggerli da alcuni parassiti.

D'altra parte, sono in contrasto con i legumi (piselli, fave, fagioli). Questi sono in grado di fissare l'azoto, ma un eccesso incide negativamente sulla formazione del bulbo.

Parassiti e malattie  frequenti

  • Mosca della cipolla  (in particolare la larva che mangia le parti verdi). Rimedio: associarlo con la carota, perché entrambi respingono reciprocamente i parassiti.
  • Fioritura prematura. Succede perché coincide con un periodo di basse temperature. Rimedio: Rimuovere il fiore il più presto possibile.


Varietà di cipolla

Anche se puó tollerare ombra e freddo, è importante per questa coltura che riceva ore di luce quotidiane, da questa esposizione infatti dipenderà lo spessore del bulbo, quindi ci sono varietà a seconda del fotoperiodo.

  • Varietà estive. Sono raccolte in estate, percui beneficiano delle lunghe giornate.
  • Varietà invernali. Sono raccolte in autunno, beneficiando delle giornate corte.


Altri articoli interessanti

Agricoltura biologica: salutare e sostenibile

mercoledì 13 luglio 2016

Oggi tutti i prodotti che portano il nome di "verde" e, pertanto, sono accompagnati dal marchio regionale o europeo del caso, trasmettono una immagine molto buona per i consumatoriQuesta buona immagine che si assume con una certa sicurezza si...

La coltivazione del cavolfiore

lunedì 4 aprile 2016

Il cavolfiore è una pianta della famiglia delle crucifere (o brassiche ), come il cavolo e i broccoli. Rintra nel gruppo delle plante che coltiviamo per il suo fiore, e anche se ci sembra strano, nel tempo si sono andate...

Come creare un orto in casa

mercoledì 21 ottobre 2015

Vi lasciamo un originale e interessante infografica, che abbiamo preparato, su come creare un orto in casa. Spiega in modo riassunto gli elementi essenziali di cui abbiamo bisogno per seminare i nostri ortaggi, così come alcune semplici...

Come trattare gli insetti e le malattie

giovedì 14 luglio 2016

Un orto urbano a casa ha senso solamente se lo sviluppiamo in modo ecologico. Come già detto in altri articoli, gli obiettivi fondamentali di tali orti devono essere la realizzazione di un'esperienza di sostenibilità, educazione...

Scopri il nostro catalogo