Caricando...
Vai indietro
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

La coltivazione del carciofo

La pianta di carciofo si distingue per le sue carnose infiorescenze commestibili da grande degustazione. Si puó dire che il carciofo é adatta per gli agricoltori da cardi selvatici.

Requisiti del Carciofo:

Clima: I corciofi hanno bisogno di un abiente freddo per svilupparsi, ma non sopportano in freddo intenso, nemmeno il caldo eccessivo. Inoltre, richiedono abbondante acqua e irrigazione, ma non tollerano un umiditá eccessiva. Per questo, le zone temperate del Mediterraneo sono le piú indicate per ottenere un'elevata produzione.

Irrigazione: Hanno bisogno di un umiditá regolare ma non sopportano l'eccesso di acqua o l'allargamento della radice. L'ideale é installare un sistema di irrigazione a goccia.  Se ci rendiamo conto delle inondazioni, tenderemo  conto a fare la piantagione su un crinale largo e leggermente elevato.

Nutrienti: Il carciofo ha bisogno di un buon condimento basale con letame o concime e una fornitura di concime maturo nella fase di produzione. 

Sottofondo: Necessita di un suolo sano, aereados in profonditá e molto ricco in materia organica e terriccio. Dobbiamo evitare quelli molto pesanti, umidi e molto leggeri e secchi.

Mundo alcachofa

Come cultivare il carciofo:

Dalla semina alla raccolta possono trascorrere da otto mesi a un anno, mentre con paletti o con tagli da quattro a cinque mesi. 

Per quello, la forma piú abituale di coltivo é per paletti o con taglio. Questo consiste nell'arrecare paletti nella parte laterale del carciofo ( il paletto centrale si scarta, perché é la pianta vecchia e non ricrescerá ).  I paletti si selezionano tenendo conto che non presentano carenze, che non hanno le aste che perdono e non hanno nessuna carenza alla base. Inoltre, ogni paletto dovrebbe un minimo di tre o quattro brotecitos alla base, sopra le radici. 

El trapianto dei paletti é consigliabile farlo da luglio a settembre nei periodi caldi e da marzo a aprile nelle zone molto fredde. 

Queste si piantano in linea in linea o a terrazze, Separandoli con 70 cm di distanza e coprendo la terra con 3 a 5 cm di semina.

Se si vuole coltivare dalla semina; questo si realizzerá da marzo a luglio e si trapianteranno quando avranno un'altezza di 10 cm. Potremmo raccogliere da dicembre a marzo dell'anno seguente.

006294 - Alcachofas


Associazioni:

Si tratta di una pianta pluriennale, cosí durante tutto l'anno possiamo ottenere la sua raccolta. Non é, quindi, consigliabile metterla nelle parti dove realizziamo rotazioni, metterle a parte. Rimanendo per vari anni sopra lo stesso terreno, il carciofo é un coltivo che richiede molta terra. Se le piantagioni avvengono senza lasciar trascorrere il tempo necessario, si produrranno problemi sanitari, come parassiti che infettono le radici producendo virus e batteri, di difficile trattamento curativo

Se é possibile, introdurre prati di rotazione o concimi verdi, multifiori che arrichiscono in suolo in materia organica e favoriscono l'attivitá microbiologica del suolo.

Raccolta del carciofo:

Taglieremo i carciofi quando presentano una dimensione adeguata. I primi carciofi, quelli che crescono nel centro dello scoppio, solidamente rotonde e grandi di spessore, mentre le seconde, quelli che presentano i rami laterali, sono piú allungati e piccoli.

E' conveniente tagliare sempre al gambo di ogni carciofo al di sotto dell'altezza in cui i carciofi sono piú giovani, di questa forma la pianta si svilupperá e aumenterá la sua resistenza ai periodi freddi.

La dieta de la alcachofa

Parassiti:
  • Pulgón: Appaiono sul suolo se abusa dell'irrigazione e degli abbondanze di nitrogeno. Se compaiono, ricorriamo al " sapone di potassio" o al repellente di astratto di aglio.
  • Gusano barrenador: Questi sono introdotti al basso e nel cunicolo. Possiamo applicare bacillus thuringiensis per l'eliminazione.
  • Caracoles o babosas: Raccolta a mano dopo giorni di pioggia, inoltre, collochiamo piastrelle intorno al nostro coltivazione per fornire rifugi, cosí sará piú facile individuarlo

I carciofi in Planeta Huerto:

[00451>


Altri articoli interessanti

Associazioni di coltivazioni negli orti urbani

mercoledì 13 luglio 2016

Il piu grande orgoglio di ogni coltivazione in formato piccolo è diventare un giorno un orto biointensivo in cui è possibile coltivare tutti gli alimenti di una dieta completa in uno spazio molto ridotto. Questa utopia può...

Peperone: coltura culinaria

martedì 30 agosto 2011

Il peperone, della famiglia delle Solanacee (pomodori, melanzane, patate), è una grande presenza culinaria nella nostra dieta perché quasi ogni varietà di peperone corrisponde ad una forma di cottura:Piquillo, da riempire.Padron, da mangiare...

Il pomodoro: una coltura complessa

lunedì 1 agosto 2016

La coltura di pomodori, appartenente alla famiglia delle Solanacee (peperoni, melanzane, patate) è forse la più popolare nel giardino urbano per il suo ampio consumo (20 kg per persona all'anno). Tuttavia per la sua difficoltà,...

Come coltivare la scarola nel nostro orto

mercoledì 20 luglio 2016

La scarola, chiamata anche cicoria riccia, è un ortaggio ampiamente utilizzato nelle insalate dal momento che possiede molti nutrienti molto utili per il nostro organismo come cobalto, ferro, magnesio e zinco. Essi hanno anche molte...

Scopri il nostro catalogo