Caricando...
Vai alla sezione

La coltivazione del mais

Il mais appartiene alla famiglia Poaceae. Questa pianta viene coltivata da più di 4000 anni, ed è parte della base dell'alimentazione del Sudamérica. Esistono numerose specie di mais, però, a meno che non abbiamo galline o un mulino per il grano, sono due quelle che di solito ci sono negli orti familiari: il mais dolce e il mais da popcorn.

Requisiti

Irrigazione: le piante di mais, date le grandi dimensioni delle sue foglie e la sua esposizione all'ariarichiedono molta acqua; poichè vigileremo sulla sua corretta idratazione, soprattutto a partire dalla formazione delle spighe. Quando la spiga si sarà ben formata e i grani induriti, potremo terminare l'irrigazione e lasciare che le piante si secchino.

Nutrizione: il mais è esigente in quanto a nutrizione , poichè richiede una terra ben arata e ricca di humus. Sarà conveniente una buona aratura del fondo con concime ben decomposto (questa coltivazione non tollera molto bene lo sterco fresco).

Terreno: richiede una terra profonda, fertile, arieggiata e ricca di humus. Le piacciono le terre leggere e preferibilmente un po' acide.

Panís - Maíz - Maize (Zea mays)


Come coltivare

La semina diretta (non si fa in sememenzaio) si realizza da aprile fino agli inizi di giugno. Si semina “a colpi”, con due o tre semi al giorno a una profundità di 2 o 3cm.  Non conviene seminare file di mais di varietà distinte molto vicine, altrimenti rischiamo che si producano impollinazioni incrociate.

Al momento di decidere il luogo in cui piantarlo, non lo faremo in file, como è abitudine, ma in blocchi, lasciando 35cm di spazio tra le piante. Lo facciamo così, poichè il mais si impollina con il vento, in questo modo, sará più facile che si arrivi all' impollinazione. Inoltre, possiamo aiutare l'impolinazione, scuotendo ogni pianta affinchè il polline cada dai fiori maschili, che si trovano nella parte alta, in quelli femminili, che sono le spighe che crescono nelle ascelle delle foglie.

Nel momento in cui la pianta  raggiunge i 5 o 7 cm de altezza si allegeriscono, lasciandone una, la più sana e vigorosa, per buco.

Quando la pianta acquisisce molta altezza, necessiterá qualche tipo di soggezione se cresce all'aria aperta, cosi da potersi collare (avvicinare al gambo) la terra situata vicino alla base degli steli per ottenere un maggiore appoggio.

Maíz a principios de octubre

Associazioni

In generale le cucurbitacee, soprattutto zucchine, zucche e cetrioli si associano bene con il mais. C'è un tipo di associazione, chiamata associazione precolombina che consiste nel seminare prima il mais, e quando misura circa un palmo si piantano le fave. In questo modo, il mais serve da tutor alle fave e in cambio queste forniranno azoto al mais. Inoltre, intercaleremo alcune zucche per imbottire il terreno e proteggerlo dal sole in estate, in questo modo otterremo una combinazione perfetta.

Per quanto riguarda le rotazioni, essendo il mais una pianta esigente, dovremo lasciar passare tre o quattro anni prima di ripetere la coltivazione del mais nella stessa zona.


Parassiti e malattie

Se pratichiamo correttamente le tecniche e realizziamo rotazioni lunghe, è raro avere problemi con il mais. Può succedere che durante le prime fasi, gli uccelli e i topi ci renderanno il compito più difficile, però per loro utilizzeremo qualche rete di protezione o ci intratterremo un pomeriggio a dar vita a uno spaventapasseri.

Raccolta

Il mais dolce si raccoglie nel momento del suo massimo sviluppo, quando i grani raggiungono un colore giallo intenso e prima che inizi ad indurirsi. Il mais dolce starà solo un giorno in questo punto. Le pannocchie verdi risultano insipide e poco dolci, mentre quelle che sono troppo mature sono anche dure e di consistenza pastosa.

Le file di maís da popcorn, si raccolgono quando le foglie che ricoprono le pannocchie sono ben secche.

Durante la raccolta, si possono appendere al sol ben arieggiate per la loro conservazione.

maíz galáctico

Varietà da Planeta Huerto:

Come abbiamo commentato, per la coltivazione del mais in piccola scala e per consumo proprio:

 






Altri articoli interessanti

L'importanza della concimazione

giovedì 14 luglio 2016

Le piante ottengono dall’aria l’ossigeno, l’ idrogeno, il carbonio, e dal suolo e dall'acqua il loro cibo oltre ed altri elementi. Tuttavia, quando coltiviamo il terreno l’ equilibrio dello stesso si altera, poiché la...

La Fragola: una coltura decorativa

martedì 30 agosto 2011

L'unico frutto che ben si adatta alle caratteristiche di un piccolo orto è la  Fragola, appartenente alla famiglia delle Rosacee. Anche se la produttività è bassa, è una coltura interessante perché:Sia i fiori che i frutti sono molto...

Come coltivare le pastinache nel nostro orto

lunedì 25 luglio 2016

La pastinaca o la Pastinaca sativa, è un ortaggio della stessa famiglia della carota, ma color crema, di forma allungata e leggermente irregolare. Coltivata fin dai tempi degli antichi in Europa e in Asia, sta diventando di moda...

La coltivazione del cavolfiore

lunedì 4 aprile 2016

Il cavolfiore è una pianta della famiglia delle crucifere (o brassiche ), come il cavolo e i broccoli. Rintra nel gruppo delle plante che coltiviamo per il suo fiore, e anche se ci sembra strano, nel tempo si sono andate...

Scopri il nostro catalogo