Caricando...
Vai indietro
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

La coltivazione del porro

Il porro è una pianta della famiglia delle liliáceae, come l'aglio o la cipolla; sono facili da coltivare e poco esigenti. Non occupano molto spazio e si possono raccogliere durante un lungo periodo di tempo.

La parte commestibile della pianta è il gambo bianco, che dará un delizioso sapore e aroma a zuppe e stufati.

Puerros

Requisiti:

Clima: si adatta bene alla maggor parte delle condizioni climatiche, essendo abbastanza resistente al freddo. Comunque, sono preferibili zone con climi temperati e miti, con una buona umidità. Se ci troviamo in una zona molto calda, le troveremo un posto all'ombra.

Irrigazione: se abbiamo piantato il porro in una zona del nord, con un clima umido,non ci preoccuperemo dell'irrigazione; se però lo piantiamo in una zona con clima più caldo e secco, ci preoccuperemo che non manchi umidità, inoltre converrebbe metterlo in un'imbottitura organica per mantenere meglio l'umidità.

Sostanze nutritive: il porro non tollera il compost o il letame fresco, per cui è conveniente realizzare una fertilizzazione con materia organica ben decomposta.

Terreno: conviene una terra ben scavata, ricca di humus e molto larga. Non si sviluppa bene in terre pesanti e compatte, e bisogna vigilare che non le manchi umidità nei mesi secchi e caldi.

Puerros

Come coltivarla:

La semina del porro si realizza preferibilmente a febbraio e da luglio a settembre. Se si realizza la semina di un bulbo, a una profundità di 1-2cm, mantenendolo  umido. Quando la pianta raggiunge i 15-20cm; se si realizza el trapianto in un contesto de plantagione di 6-10x25-35cm, e lo faremo a una profundità di 5 cm.

I porri sono soliti risaltare dalla terra per il loro sbiancarsi, anche se non è necessario.

Associazioni favorevoli:

La pianta que meglio si associa è la carota, anche se lo fa anche con sedano, freseras o pomodori. Non convive bene con fagioli, piselli, cavoli, lattuga, ravanelli e barbabietole.

Per quanto riguarda le rotazioni, siccome si tratta di una pianta a ciclo lungo e esigente, respettaremo le rotazioni di 3 o 4 anni prima di tornare a seminarle o trapiantarle nello stesso posto.

Parassiti e malattie:

Verme del porro: si tratta di una farfalla grigia con macchie bianche che depone le uova sulle foglie e sula terra. Producono un ingiallimento delle foglie giovani, finchè non finiscono col marcire. Di solito attaccano ad aprile e maggio o in piena estate. Le carote e il sedano respingono le farfalle e i vermi dal porro, mentre i porri respingono le mosche e dalle carote. Inoltre, potremo realizzare controlli manuali per la loro eliminazione.

Puerro

Raccolta:

Vengono raccolti a 5 o 6 mesi dalla semina. Se realizzerà quando saranno sufficientemente grandi in modo da permettere vendemmia.

Varietà da Planeta Huerto:


Altri articoli interessanti

Come coltivare il cerfoglio nel nostro orto

mercoledì 11 maggio 2016

Oggi vi raccontiamo come coltivare un'erba aromatica prima sorella del prezzemolo: il cerfoglio. Sono cosí simili che si confondono. Entrambe le piante, insieme al dragoncello e l'erba cipollina, formano il gruppo di erbe. Il cerfoglio emana un...

Come coltivare la rucola nel nostro orto

mercoledì 30 marzo 2016

Oggi in Planeta Huerto ti spiegheremo come coltivare la rucola. Questa pianta é parente del cavolo e ha un sapore simile al dado e al pepe, con un tocco piccante. Il coltivo della rucolaTipi di suoloLa rucola non é una pianta esigente:...

L'orto a ottobre

venerdì 2 ottobre 2015

Durante il mese di ottobre le temperature favorevoli ci consentono di godere del lavoro del nostro orto senza doversi nascondere dal sole. Ciò nonostante, l'inizio dell'autunno è segnato dai primi freddi e piogge copiose, e anche se quest'anno...

Come coltivare il timo nel nostro orto

venerdì 22 aprile 2016

Oggi da Planeta Huerto ti raccontiamo come coltivare il timo (Thymus Vulgaris). Il timo è un arbusto aromatico sempreverde che può arrivere a misurare 40 cm di altezza. La leggenda racconta che il timo nacque da una lacrima versata da Elena di...

Scopri il nostro catalogo