Caricando...
Tornare
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

La melanzana: una coltura esigente

Non si tratta una coltura molto difficile, ma chi vuole piantare melanzane nel suo giardino, della famiglia delle Solanaceae (pomodori, patate, peperoni), deve essere consapevole del fatto che bisogna soddisfare le loro esigenze ...

  • Si tratta di una coltura che ama il calore, quindi il sole non deve mancare.
  • Poiché il suo sistema radicale è molto potente e ha una grande crescita ha bisogno di spazio in cui sviluppare soprattutto le radici orizzontali.
  • Come il resto delle Solanacee, è una pianta vorace, che consuma acqua e sostanze nutritive.

Indicazioni

Irrigazione: abbondante e regolare.

Nutrizione: impegnativa, richiede molti fertilizzanti. A partire dai primi frutti si possono applicare più fertilizzanti perché il tempo del raccolto è piuttosto lungo.

Substrato: 30L di Volume per la coltivazione in vasi.

Come coltivare la Melanzana


G
F
M
A
Mg
G
L
Ag
S
O
N
D
Semina
S.a
.....
.....
.....
.....







Trapianto



.....
.....
.....






Raccolto





.....
.....
.....
.....
.....
.....
    
Essendo una pianta che richiede calore, specialmente nelle zone fredde è consigliabile la semina protetta per evitare gelate e l'anticipazione del raccolto.

I semi impiegano 10 giorni per germinare. Una volta che si sono sviluppati, si mettono in vasi da circa 1,5-3 l di volume per farli rafforzare, infine, a maggio si trapiantano in modo definitivo, con una separazione tra le piante di circa 50-70 cm.

Si tratta di una coltura a a ciclo medio-lungo, quindi la raccolta inizia 70-90 giorni dopo il trapianto, e si interromperà quando le sostanze nutrienti saranno esaurite o  quando arriveranno i primi freddi.


Il frutto viene raccolto immaturo, prima che si formino i semi e perda parte delle sue proprietà. Questo momento ce lo indicherà il tatto, ovvero quando la parte superiore sarà un po' morbida nel momento adeguato, per cui attenzione a forare o commettere alcun errore con le melanzane.

Le associazioni più favorevoli

Le melenzane sono compatibili con: aglio, sedano, cipollaindivia, spinaci, fagiolini, lattuga, patate, porri, ravanelli e carote.

D'altra parte, è incompatibile soprattutto con cetriolo.

Parassiti e malattie comuni

  • Dorifora della patata. Sotto forma di bruco mangia foglie. Rimedio: raccolta manuale degli adulti, e delle uova (sulla parte inferiore delle foglie) se sono molti applicare Bacillus.
  • Ragno rosso. Appare soprattutto nei periodi in cui la pianta è nella serra. Rimedio: È possibile spruzzare acqua durante la notte  per mantenere l'umidità, o prevenire con il decotto di equiseto, o per combatterli direttamente si possono utilizzare insetticidi naturali.
  • Mosche bianche. Rimedio: spruzzare il retro della foglia con il sapone di potassio 1% con acqua piovana o distillata.
  • Muffa. Le Macchie bianche appaiono alla fine del raccolto e sono associate con umidità in eccesso. Rimedio: come prevenzione installare un sistema di irrigazione a goccia e applicare equiseto, quando la pianta ne è giá affetta tagliare le foglie vecchie. 

Varietà di melanzana

Ci sono diversi tipi di melenzana a seconda della lunghezza e colore, ma il più comune e facile da individuare è la varietà elencata da Gandìa.

Altri articoli interessanti

Coltiva i tuoi funghi in casa

mercoledì 18 maggio 2016

A questo punto, possiamo usare il nostro balcone o terrazza per la crescita di tutti i tipi di verdure ed erbe aromatiche. Tuttavia, possiamo coltivare anche i funghi! E, per lo piú: in modo molto piú semplice rispetto a qualsiasi altra...

L'aglio: una coltura per iniziare

lunedì 29 agosto 2011

Possiamo cominciare la realizzazione di un orto urbano ecologico in un modo semplice e poco costoso. Dobbiamo semplicemente disporre di:Un vaso.Un po' di terriccio per vasi.Una testa d'aglio.Una finestra o un balcone.Primi passi per iniziare il...

Spinaci: una coltura nutritiva

martedì 30 agosto 2011

È interessante coltivare in casa questo ortaggio, appartenente alla famiglia delle Chenopodiaceae (spinaci, barbabietole), perché al di là del falso mito della loro ricchezza di ferro, si tratta di uno degli ortaggi con il più alto contenuto di...

Come coltivare gli asparagi nel nostro orto

mercoledì 20 aprile 2016

Oggi vi raccontiamo come coltivare gli asparagi, un vegetale che proviene dalla famiglia delle gigliacee. Quello che mangiamo si chiama turione ed é un tenero germoglio che cresce negli asparagi. I turioni possono essere verdi (con un sapore piú...

Scopri il nostro catalogo