Caricando...

Natale 2017

Tornare
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

L'orto a luglio

L'estate è il periodo in cui la luce e le buone temperature accelerano la crescita delle piante e la produzione dei frutti del nostro orto.

A luglio la produzione dell'orto sta nel suo periodo di picco e conviene stare attenti ad effettuare la raccolta nel momento giusto. Ogni 2 o 3 giorni daremo una ripassata a pomodori, peperoni, fagioli e alle altre piante di cui disponiamo per raccogliere i frutti.


Per un maggior raccolto possiamo realizzare una potatura di pomodori, cetrioli, meloni, angurie, zucchine, melanzane e peperoni.

L'estate è, inoltre, il periodo in cui molte piante terminano il loro ciclo produttivo, come cavolfiori, fagioli, piselli o carciofi e molti altri, come gli spinaci, la lattuga o spinaci tendono a fiorire, cosicché saremo attenti a raccoglierli al primo segno di maturazione. Se abbiamo trascurato, possiamo strapparli e usarli per il composto.


È un mese molto caldo e quello con più ore di luce , per cui se avevamo utilizzato coperture, è bene rivederle per evitare la comparsa di erbacce che finiscono per fare a gara con le piante per l'acqua e ed affinché l'intensa radiazione solare dell'estate non pregiudichi la nostra coltivazione.

Il controllo dell'irrigazione resta una priorità. Conviene irrigare regolarmente come minimo ogni due o tre giorni. Cercheremo di non irrigare durante il giorno con sistemi ad aspersione o qualsiasi altro modo che bagni le piante. Invece, i sistemi a goccia sono utili a temperare la terra e prevenire il surriscaldamento. Troverete maggiori informazioni sull'irrigazione in estate nell'articolo della rivista Orto a giugno.

Cosa seminiamo?

L'inizio dell'estate non è il miglior periodo per seminare in zone calde, è cosa buona aspettare la fine dell'estate. Eppure, se si vuole iniziare a piantare, vi consigliamo di iniziare con la carota, rucola, ravanelli, lattuga, indivia, porri o spinaci.

Inoltre, se viviamo in zone più fredde possiamo anticipare la semina di coltivazioni come cavolfiore, cavoletti di Bruxelles e broccoli.

Cosa raccogliamo? 

Bietola, sedano, melanzane, crescione, zucchine, pastinaca, scarola, ceci, fagioli, finocchi, lattuga, mais, rape, cetrioli, peperoni, porri, ravanelli, barbabietole rosse, pomodori e carote. Se ci troviamo in luoghi freddi e umidi, possiamo raccogliere carciofi, spinaci, piselli o fagioli.


Se abbiamo svolto correttamente tutte le attività dell'orto, possiamo ponerci il problema: cosa faccio ora con tutti questi pomodori, peperoni e fagioli? Potremmo offrirli a famiglia e amici, in questo modo, li incoraggeremo ad intraprendere l'esperienza dell'orto in casa. Un'altra opzione è quella di conservarli per goderne più tardi. È possibile mantenere in conserva i cavoli e le carote, che possono essere conservati come crauti e persino i fagioli teneri e il mais dolce possono essere congelati.



Altri articoli interessanti

Il Barbecue sempre come nuovo

martedì 4 marzo 2014

Un Barbecue, ubicato all'esterno, è soggetto ad usura non dovuto solo al suo utilizzo, ma anche alle variazioni di temperatura, alla pioggia, al freddo e alla luce del sole. Considerando che vogliamo che duri tutta la vita, dobbiamo mantenerlo al...

Senza sole non abbiamo l'orto

venerdì 22 luglio 2016

Il requisito imprescindibile per poter tenere un orto in casa è quello di avere uno spazio con luce diretta sufficiente. Le piante come tutte verdure hanno bisogno di luce solare per la fotosintesi e ottenere l'energia di...

Associazioni di coltivazioni negli orti urbani

mercoledì 13 luglio 2016

Il piu grande orgoglio di ogni coltivazione in formato piccolo è diventare un giorno un orto biointensivo in cui è possibile coltivare tutti gli alimenti di una dieta completa in uno spazio molto ridotto. Questa utopia può...

L'afide e le formiche, un' associazione fatale

giovedì 14 luglio 2016

Gli afidi sono una delle piaghe più comuni in entrambi orti e giardini con piante ornamentali, per la loro grande capacità di adattamento e diffusione. Esistono diverse specie le piu comuni sono.. L’ afide verde presente in...

Scopri il nostro catalogo