Caricando...
Tornare
  • Tuo carrello 0 prodotti
  • Totale prodotti € 0,00
  • Costi di spedizione € 0,00
  • Totale € 0,00
Vai alla sezione

Rimedi per l' Oidio

L'oidio è una malattia causata dal fungo omonimo. Si tratta di uno strato di peli biancastro che agisce sulle foglie e steli di piante deboli, di solito si trova in ombra in zone e periodi di elevata umidità. Come abbiamo detto possiamo vedere il micelio ad occhio nudo e questo é quello che lo  caratterizza, si tratta di un attributo di differenziazione rispetto ad altri funghi patogeni.

Gli oidii sono presenti in fogli di cucurbitaceo ( zucchine, cetrioli, meloni) anche se spesso ci si accorge che il tipo di farina biancastra si asciuga i cespugli di rose o giovani germogli di pesche o nettarine.

muestra de oidio

Perché appare l' Oidio?

L' apparizione dell' Oidio di solito si verifica in ambienti con elevata umidità, l'irrigazione a pioggia, o pioggia prolungata con temperature comprese tra 10 ° e 20 ° G. La sua diffusione è favorita dai tagli e ferite, quindi cerchiamo di non toccare le piante sensibili, come zucchine o cetrioli, quando sono bagnate.

Essi possono influenzare posizione eccessivamente ombreggiate, scarsa scelta delle specie (poca adatto all' umidità del nostro giardino) fogliame troppo spesso con poca ventilazione conseguente, come potature e abbandono di infortuni e congiunzioni di elevata temperatura e umidità.

Altra causa è l'eccesso di azoto a causa di un eccessivo abbonato, in quanto questo costringe la pianta di assorbire più acqua rispetto al normale.

Come eliminare il Oidio

Eliminare le parti infettate

Questa sará la nostra prima attuazione sopra le pianti infettate. Eliminando le parti infettate a tempo eviteremo la propagazione atre foglie e anche tra le pianti.

L'aerazione e la potatura

Una mancanza di aerazione può facilitare la colonizzazione di oidio, questo può essere dovuto ad una chioma troppo densa e stretta. Diradamento e la potatura può essere una soluzione circostanziale, ma se il problema persiste dobbiamo scegliere di cambiare l'impianto o scegliere una specie più adatta al umidità del luogo.

Zolfo

Siamo in grado in controllare l¡ oidio con spolverata di zolfo. La ricerca sul meccanismo d'azione di fungicida di zolfo è stato affrontato da diversi aspetti, ciò che è chiaro è che alcune strade o altro, il zolfo risulta fatale per l' oidio e innocuo se rispettiamo i tempi di sigurezza adeguarti.

Promuovere la biodiversità

E' stato dimostrato attraverso studi nella comunitá Valenciana che nelle terre con Trichoderma harzianum,un fungo antagonista di funghi patogeni, la malattina é impedita ed evitata sono in un elevata percentuale di casi. 

Micorriza

I micorriza sono una struttura filamentosa formata da funghi intorno alle radici delle piante. Queste piante aiutano a esplorare il substrato migliorando l'assorbimento di acqua, sono nutrienti e proteggono da altri funghi che sono dannosi. In cambio, l'impianto fornisce gli zuccheri che mancano al fungo.

Questo è il motivo per cui dobbiamo evitare l'uso di fungicidi, che eliminano micorrize (una sorta di piccole radici prodotte da funghi che aiutano le piante ad assorbire acqua e sostanze nutritive) e funghi benefici che proteggono le malattie delle pianti e rimangono vigorose.

Inoltre la biodiversitá parassita é difficile trovare moltidudine e ci sono piante che si completano reciprocamente e, si proteggono tra di loro , come carote e cipolle.

Estratto di equiseto

Il preparato di Estratto di equiseto é un preventivo molto efficace. Si prepara mediante decotto,si impiegano 20 grammi di pianta essiccata per litro di acqua con 10,5 grammi di silicato di sodio per un giorno. Poi bollire per 20 minuti e filtrare. Dissolvere una parte della preparazione a 9 parti di acqua. Conviene applicare il trattamento a pieno sole.

Aglio

L' aglio é un repellente effettivo di funghi, batteri, parassiti, e acari. Si fa un infusione con 50 gr di aglio per ogni litro di acqua e dissolvendo una parte di infusione viene spruzzato in 4 parti di acqua. Deve applicarsi a pieno sole e durante vari giorni consecutivi.

Un altra opzione come valida si utilizzano alcuni prodotti ecologici gia preparati e con garanzia. Esiste una buona varietá:

Stop all'Oidio

Prodotto ecologico che agisce su ozono distacco e il suo contenuto di zolfo sistemica. Esso agisce preventivamente ed é curativa.

Propoli

La propoli è un prodotto dalle api di sostanza resinosa raccolta dalle gemme di alberi, arbusti e piante più piccole. Le api sono allocate all'entrada dell'alveale, al fine di chiudere tutte le fessure e evitare l'entrata o la presenza di qualche parassita o malattia. 

In agricoltura è una buona fungicida naturale (oidio, Fusarium, phitoptora, peronospora, muffa grigia, Alternaria) e controlla i microorganismi attraverso l'ingresso  di giovani germogli, quindi è antisettico e antivirale. Essa provoca anche l'impianto di aumentare le sue difese naturali.

Preparato ecologico

Ci sono prodotti con una selezione di componenti che insieme combattono molto bene qualsiasi attacco di funghi rispettando anche l'ambiente e la nostra salute. Si offre in formato: spruzzatore.

Prodotto homeopatizado

Inoltre esistono alcuni prodotti che (quasi trascurabile) dimostrano l'efficacia e la sicurezza . I Prodotti antifunghi sono una buona scelta come prevenzione e contro le fasi iniziali della malattia.

Eventuali problemi che possono sorgere nel nostro giardino, sia parassiti o malattie, probabilmente sia dovuto a causa di gestione di  squilibri causati dalla mancanza di biodiversità.

Vedere il seguente articolo: Per non fare gli equilibristi, un orto biodiverso

L' Oidio...

... Una malattia molto comune, con la quale probabilmente prima o poi troviamo nel nostro giardino. Le conoscenze acquisite e le esperienze fanno la differenza tra un disastro totale e una vittoria soddisfacente  del nostro giardino.

Infine, lasciamo  un collegamento per la guida di trattamenti ecologici contro i parassiti nel giardino, dove podrete vedere come si può combattere ecologicamente i diversi parassiti e malattie che incontreremo nei nostri giardini.

Altri articoli interessanti

Idee per il tuo giardino

mercoledì 14 marzo 2012

Un giardino puó offrire molte cose, per definizione si tratta di un terreno dove si coltivano piante ornamentali, ma questa definizione è troppo restrittiva per un "planetahuertista". Di seguito vi offriamo una serie di idee guida per piccoli...

La coltivazione del porro

venerdì 1 aprile 2016

Il porro è una pianta della famiglia delle liliáceae, come l'aglio o la cipolla; sono facili da coltivare e poco esigenti. Non occupano molto spazio e si possono raccogliere durante un lungo periodo di tempo.La parte commestibile...

Come coltivare le rape nel tuo orto

venerdì 18 marzo 2016

La rapa di grelos o rapa Brassica L. è della famiglia delle crocifere, famosa per il piatto lacón con grelos che è un piatto tipico gagliego. Dobbiamo distinguere tra rapa nabiza e grelo. Il primo è la radice, il secondo le...

Come coltivare il sedano nel nostro orto

venerdì 6 maggio 2016

Il sedano proviene dalla famiglia dei Apiáces, conosciuta precedentemente come umbellate. E' una pianta biennale e i suoi semi si caratterizzano per avere 5 nervature che corrono lungo di essa.SeminaCi sono due stagioni per la semina del sedano: da...

Scopri il nostro catalogo